Ambasciatori impazienti

Gli ambasciatori della scorsa edizione degli Europei Femminili UEFA Under 17, Grégory Coupet e Martina Moser, non vedono l'ora che la nuova generazione si metta in mostra al prossimo torneo in Inghilterra.

Ambasciatori impazienti
©UEFA.com

Con stelle del calibro di Alexandra Popp e Dzsenifer Marozsán che hanno mosso i loro primi passi sulla scena internazionale agli Europei Femminili UEFA Under 17, una nuova generazione spera di farsi notare nell'edizione 2013/14, e gli ambasciatori dello scorso torneo non vedono l'ora che accata.

"Questo dimostra quanto stia crescendo il calcio femminile. Ci sono molte più squadre, e il livello sta migliorando", ha detto l'ex portiere dell'Olympique Lyonnais Grégory Coupet prima delle fasi finali di questa edizione che per la prima volta si allargheranno a otto squadre e che per la prima volta si terranno fuori dalla Svizzera - per la precisione in Inghilterra tra novembre e dicembre.

"Il calcio femminile è cresciuto molto", ha detto la nazionale svizzera Martina Moser. "Si possono scoprire i talenti molto prima, e se pensi alla qualità del calcio che si gioca a livello Under 17 devo dire che è anche divertente da guardare".

In alto