Il settimo successo della Germania

La Germania si è aggiudicata per la settima volta il trofeo in 12 edizioni della competizione, vincendo per la quinta volta la finale ai calci di rigore.

Il settimo successo della Germania
©Sportsfile

Come nel 2012, 2014, 2016 e 2017, la Germania si è aggiudicata i Campionati Europei UEFA Under 17 Femminili ai rigori mentre l'Olanda è approdata alla sua prima finale di sempre.

Quando Germania e Spagna hanno vinto il proprio girone, in molti pensavano che sarebbe andata in scena la quarta finale consecutiva tra le due nazioni (la quinta in sei anni). L'Olanda tuttavia ha interrotto i sogni di gloria della Spagna in semifinale, arrendendosi solo in finale alla Germania - in una partita come le altre di questa stagione da 90 minuti (invece di 80'), con entrambe le squadre autorizzate a effettuare fino a cinque cambi.

I tre gol più belli di EURO Women's U17 2019
I tre gol più belli di EURO Women's U17 2019

La Bulgaria, in quanto nazione ospitante, ha preso parte alla sua prima fase finale femminile di sempre a tutti i livelli, e a Dobrich, davanti a 3.000 spettatori, ha perso con onore la sua prima partita per 3-1 col Portogallo, con la rete della bandiera di Zdravka Parapunova. La Danimarca ha costretto la Spagna allo 0-0 nell'altra partita inaugurale del Gruppo A, permettendo così al Portogallo di qualificarsi alla sua prima semifinale WU17 grazie a un gol sul finale nell'1-0 sulla Danimarca di tre giorni dopo.

La Spagna si è poi sbarazzata facilmente della Bulgaria (3-0) balzando al secondo posto con tre punti di vantaggio sulla Danimarca. Tuttavia, nonostante la vittoria per 2-0 della Danimarca sulla Bulgaria, la Spagna si è aggiudicata la qualificazione in semifinale e il primo posto del girone grazie al 6-0 sul Portogallo con la tripletta di Salma Paralluelo, protagonista non solo delle vittorie della Spagna a EURO e a FIFA WU17 del 2018 ma anche 400 metrista nei Campionati Europei Indoor di Atletica a livello maggiore.

Guarda come la Germania ha conquistato il settimo titolo
Guarda come la Germania ha conquistato il settimo titolo

Nel Gruppo B, entrambe le finaliste hanno iniziato col piede giusto il girone. La Germania ha travolto l'Inghilterra per 4-0 mentre l'Olanda ha vinto 4-1 sull'Austria con la tripletta di Nikita Tromp, che nelle qualificazioni aveva già superato il precedente record di 20 gol in carriera nella competizione. Tromp ha poi trasformato il rigore decisivo nella vittoria dell'Olanda sulla Germania per 3-2 mentre l'Inghilterra ha vinto in rimonta sull'Austria per 2-1.

La Germania si è qualificata matematicamente in semifinale battendo l'Austria per 3-1 ma l'Olanda per qualificarsi doveva evitare di perdere con tre gol di scarto con l'Inghilterra. All'inizio del secondo tempo però l'Inghilterra si è portata sul 2-0 ma nonostante il forcing finale non è stata in grado di segnare il terzo gol che l'avrebbe qualificata.

L'Olanda interrompe il regno della Spagna
L'Olanda interrompe il regno della Spagna

Dopo aver evitato l'eliminazione, l'Olanda ha trovato la quadratura e in semifinale ha battuto i campioni in carica della Spagna per 3-1. La Germania invece ha battuto senza troppe difficoltà il Portogallo per 2-0, raggiungendo la Spagna a quota otto finali.

Nella finale di Albena, la Germania è passata subito in vantaggio con Sophie Weidauer (19') ma l'Olanda ha prontamente replicato con Tromp, alla sua sesta rete nella fase finale. Con questo gol, l'olandese ha eguagliato il record di 18 marcature in una singola stagione (qualificazioni comprese) ed ha portato a 27 il bottino complessivo di gol a EURO WU17 - sette in più di qualsiasi altra calciatrice.

Nel resto della partita non ci sono stati altri gol e così per la sesta volta in dieci anni, la finale si è decisa ai rigori. La Germania aveva vinto le ultime cinque di queste ai calci di rigore ma anche dal dischetto contro l'Olanda ha regnato l'equilibrio. Le olandesi hanno segnato il loro primo rigore con Tromp ma poi hanno fallito il terzo, quarto e quinto tentativo. Le tedesche invece hanno sbagliato il terzo e il quarto ma hanno trasformato il quinto con Mieke Schiemann dopo la parata di Pauline Nelles su Esmee Brugts. La Germania ha così interrotto uno dei pochi anni senza trofei UEFA a livello femminile.

In alto