Spagna e Svizzera sognano la gloria

I tecnici di Svizzera e Spagna, Monica Di Fonzo e Pedro López, spiegano a UEFA.com le principali qualità e caratteristiche delle proprie squadre in vista della finale dell'Europeo femminile U17 a Valsvöllur.

Pedro López e Monica Di Fonzo con il trofeo
©Sportsfile

La finale dell'Europeo femminile UEFA Under 17 a Reykjavik riunisce le uniche due squadre imbattute nel torneo, la Spagna vincitrice del Gruppo A e la Svizzera vincitrice del Gruppo B. 

UEFA.com ha incontrato i rispettivi tecnici, Pedro López e Monica Di Fonzo, per conoscere meglio le due rivali al titolo.

UEFA.com: Come descrive la sua filosofia da allenatore?

Monica Di Fonzo: Mi piace un calcio veloce e offensivo, con una costruzione del gioco che parte da dietro. Ma ancora più importanti sono carattere e mentalità. Ero un attaccante e questo forse mi fa amare maggiormente il gioco d'attacco. Tuttavia, la parte difensiva è fondamentale. 

Pedro López: Apprezziamo un calcio tecnico che aiuta le calciatrici a crescere sia dal punto di vista individuale che collettivo. Come squadra ci piace prendere l'iniziativa del gioco.

UEFA.com: Quali sono le qualità e le caratteristiche principali della sua squadra?

Di Fonzo: Abbiamo dimostrato in tutte le partite, qualificazioni comprese, che abbiamo il giusto carattere e che giochiamo per vincere; attacchiamo.

López: Direi la qualità tecnica della squadra e il 'giocare con il cuore' di tutte le ragazze.

UEFA.com: Quanto pensa che la sua squadra sia cresciuta durante questo cammino? 

Di Fonzo: Penso che all'inizio fossimo un po' nervosi. Ma pian piano siamo cresciuti, diventando più forti e acquisendo maggior fiducia nel nostro gioco. Il livello è più alto che nelle qualificazioni, per forza di cose il nostro calcio e la nostra mentalità hanno dovuto migliorare. Questa crescita ci ha consentito di qualificarci. 

López: Affrontare squadre di questo livello ci ha aiutato a migliorare. Ogni partita è stata tosta e crescere è diventata una necessità.

UEFA.com: Quali sono le vostre speranze in vista di sabato?

Di Fonzo: Non dobbiamo cambiare quello che abbiamo fatto per raggiungere la finale. Faremo un paio di variazioni che ci potranno aiutare per affrontare la Spagna ma lo spirito deve restare sempre lo stesso. Possiamo vincere.

López: Voglio che le ragazze si divertano ed esprimano tutto il talento calcistico che possiedono. Al di là del risultato finale, vorrei che le ragazze si sentano soddisfatte di quello che hanno raggiunto al torneo.

In alto