Semifinali - 24/07/2013 - 20:30CET (20:30 ora locale) - Gamla Ullevi - Goteborg
0-1
 

Svezia - Germania 0-1 - 24/07/2013 - Pagina della partita - Europeo femminile 2013

 
Il sito ufficiale del calcio europeo

La 'favorita' Svezia punta alla finale

Pubblicato: Martedì, 23 luglio 2013, 20.05CET
"E' un privilegio poter giocare con tanta pressione addosso", spiega Pia Sundhage alla vigilia della semifinale contro la Germania. Silvia Neid ammette che le scandinave sono favorite: "Hanno calciatrici di livello mondiale in ogni ruolo".
di Sam Crompton
da Goteborg
La 'favorita' Svezia punta alla finale
Pia Sundhage alla vigilia ©Sportsfile

Statistiche del torneo

SveziaGermania

Gol segnati13
 
6
Tiri totali77
 
118
Tiri nello specchio37
 
39
fuori29
 
53
Bloccati0
 
0
sui legni1
 
5
Calci d'angolo52
 
42
Fuorigioco20
 
14
Cartellini gialli2
 
6
Cartellini rossi0
 
0
Falli commessi43
 
70
Falli subiti41
 
70

Cartella stampa

  • Cartella Stampa (italiano)
Pubblicato: Martedì, 23 luglio 2013, 20.05CET

La 'favorita' Svezia punta alla finale

"E' un privilegio poter giocare con tanta pressione addosso", spiega Pia Sundhage alla vigilia della semifinale contro la Germania. Silvia Neid ammette che le scandinave sono favorite: "Hanno calciatrici di livello mondiale in ogni ruolo".

Tutta la pressione sarà sulla Svezia quando mercoledì affronterà la Germania al Gamla Ullevi di Goteborg con in palio un posto per la finale di UEFA Women's EURO 2013.

Le padrone di casa si sono liberate con un perentorio 4-0 dell’Islanda nei quarti, ma Pia Sundhage sa quanto sarà difficile contro le campionesse in carica. Silvia Neid concede i favori del pronostico alle svedesi mentre aspetta notizie sulle condizioni dell’attaccante Célia Okoyino da Mbabi.

Pia Sundhage, Ct Svezia
Quella di domani sarà una grande sfida tra due grandi squadre. In palio c’è la finale, ma è un privilegio poter giocare sotto pressione, ci faremo trovare pronte. Sono contenta di come abbiamo utilizzato la nostra velocità sulle fasce finora, ma allo stesso tempo sarà importante trovare il nostro ritmo. Portare la palla avanti velocemente non basterà contro la Germania, dovremo essere più furbe di così. 

Ogni volta che affronti la Germania sai che stile di gioco ti troverai davanti. Scambiano bene il pallone in velocità, sarà importante cercare di fermarle. Ovviamente le abbiamo studiate, i nostri scout hanno fatto un gran lavoro, ci sentiamo pronte.

Non mi è piaciuto vedere soffrire la Germania. Prima di tutto sono una appassionata di calcio, quindi mi piace vedere una partita quando le cose sono fatte bene. La Germania ha delle grandissime calciatrici, ma questa Svezia può battere chiunque. 

Fase a gironi 
Svezia 1-1 Danimarca (Knudsen 26’, Fischer 35’)

Finlandia 0-5 Svezia (Fischer 15’ e 36’, Asllani 38’, Schelin 60’ e 87’)
Svezia 3-1 Italia (Manieri 47’ aut., Schelin 49’, Öqvist 57’, Gabbiadini 78’)

Quarti
Svezia 4-0 Islanda (M Hammarström 3’, Öqvist 14’, Schelin 19’ e 59’)
K Hammarström; Samuelsson, Fischer, Rohlin, Thunebro; Öqvist (Göransson 46’), Seger, M Hammarström (Dahlkvist 63’), Jakobsson; Asllani, Schelin (Konradsson 67’).

Spogliatoio
Sundhage ha fatto sapere che tutte le 23 giocatrici della rosa sono disponibili.

Silvia Neid, Ct Germania
Siamo molto orgogliose di essere arrivate fino a qui e faremo di tutto per andare ancora più avanti. Pia è una grande allenatrice con tanta esperienza. Era anche un’ottima calciatrice. La Svezia non ha motivi per temerci. Perchè dovrebbero? Hanno tanta esperienza.

Oggi dobbiamo solo aiutare le ragazze ad avere il giusto stato mentale in vista di domani. E’ importante che si siano riposate.

La Svezia è ovviamente favorita. Giocano in casa con il sostegno dei loro tifosi. Hanno sempre detto di voler arrivare fino in fondo; noi stiamo facendo bene ma non è facile con tanti infortuni e tante giocatrici inesperte chiamate a giocare.

Loro hanno una squadra con giocatrici di livello mondiale in ogni ruolo, noi adesso no. Ma alla fine non conta chi è favorito. Dovremo lavorare di squadra per impedire loro di giocare come hanno fatto contro Italia e Islanda.

Fase a gironi
Germania 0-0 Olanda

Islanda 0-3 Germania (Lotzen 24’, Okoyino Da Mbabi 55’, 84’)

Germania 0-1 Norvegia (Isaksen 45+1’)

Quarti di finale
Italia 0-1 Germania (Laudehr 26’)
Angerer; Maier, Krahn, Bartusiak, Cramer; Kessler, Goessling; Lotzen, Mittag (Marozsán 52’), Laudehr; Okoyino da Mbabi (Däbritz 68’).

Spogliatoio
Okoyino da Mbabi, capocannoniere del torneo con 19 reti contando le qualificazioni, si è infortunata alla coscia contro l’Italia. Neid ha detto: "Célia sta bene. Non sappiamo ancora se potrà giocare, ma stasera proverà a fare degli scatti e vedremo. E’ una calciatrice molto difficile da sostituire soprattutto per come crea spazi per le compagne”.

Statistica
Neid e Sundhage (a segno) erano in campo quando la Germania battè la Svezia 3-2 nella finale del 1995 a Kaiserslautern.

Lo sapevi?
Antonia Göransson gioca all’1. FFC Potsdam con Jennifer Cramer. Tra le ex compagne Anja Mittag, adesso collega di Therese Sjögran e Lina Nilsson al FC Malmö

Ultimo aggiornamento: 23/07/13 22.58CET

http://it.uefa.com/womenseuro/season=2013/matches/round=2000177/match=2011600/prematch/preview/index.html#la+favorita+svezia+punta+alla+finale