Il sito ufficiale del calcio europeo

2013: Nadine Angerer

Pubblicato: giovedì, 18 dicembre 2014, 16.10CET
Nadine Angerer ha fatto parte di tre spedizioni tedesche vincenti senza giocare un solo minuto, ma si è rifatta nei successivi due tornei, in particolare nella emozionante finale giocata in Svezia.
di Paul Saffer
2013: Nadine Angerer
Nadine Angerer (Germany) ©Getty Images
SSI Err
Pubblicato: giovedì, 18 dicembre 2014, 16.10CET

2013: Nadine Angerer

Nadine Angerer ha fatto parte di tre spedizioni tedesche vincenti senza giocare un solo minuto, ma si è rifatta nei successivi due tornei, in particolare nella emozionante finale giocata in Svezia.

La gavetta di Nadine Angerer alle spalle di Silke Rottenberg come portiere tedesco è durata un decennio. Ma quando è arrivato il suo turno si è rivelata pronta.

Angerer ha debuttato con la nazionale maggiore tedesca il 27 agosto 1996, nella gara vinta 3-0 contro l'Olanda, e non ha mai subito un gol nelle quattro presenze di quella stagione. In ogni caso la presenza di Rottenberg ha impedito a Angerer di giocare a UEFA Women's EURO 1997, 2001 e 2005 e al Mondiale Femminile FIFA – tutti vinti dalla Germania – così come nelle Olimpiadi 2000 e 2004 chiuse con il bronzo.

Prima del Mondiale 2007 Angerer è stata promossa a causa del grave infortunio che ha messo fine alla carriera internazionale di Rottenberg. Angerer ha colto la palla al balzo, e ha stabilito un record - nessun gol subito nella corsa vincente della Germania verso il titolo. Di nuovo è stata titolare a UEFA Women's EURO 2009, vinto sempre dalle tedesche.

Ma l'avvicinamento a Svezia 2013 non è stato semplice. La Germania è uscita ai quarti del Mondiale 2011 ospitato in casa e Angerer - oggi capitano - ha dovuto saltare gran parte delle gare del 2012 per un problema alla cartilagine.  Ce l'ha comunque fatta nonostante i dubbi per le finali 2013.

La Germania ha iniziato piano ma si è qualificata nonostante la sconfitta per 1-0 contro la Norvegia. Ai quarti ha battuto l'Italia 1-0 ma la semifinale contro la Svezia si preannunciava ostica. Le tedesche hanno però vinto 1-0 nonostante la pressione.

La finale si è chiusa sull'1-0 ma dice poco della sfida, con Angerer che ha parato un rigore per tempo, a Trine Rønning e Solveig Gulbrandsen. Angerer è stata scelta come migliore in campo e poi come prima Migliore Giocatrice di UEFA Women's EURO; il Ct Silvia Neid ha poi parlato di lei.

"Ho incontrato Nadine Angerer a novembre e abbiamo parlato a lungo", ha raccontato Neid. "Abbiamo detto che la forma fisica è importante se si vuole essere un buon portiere ed eravamo d'accordo. Ci siamo incontrate a febbraio e lei aveva lavorato duramente durante la pausa invernale. Lo si è visto quanto stesse meglio al rientro, per salti e flessibilità. Questo torneo e questa partita sono il premio per il duro lavoro che ha fatto in inverno".

Per quanto riguarda Angerer, ha invece parlato della sconfitta contro la Norvegia come momento chiave. "Ci siamo sedute e ci siamo dette che non potevamo continuare così", ha rivelato. "Avevamo molte giovani. Non hanno potuto godersi il torneo e giocare nemmeno per una decina di minuti. Questo ci ha aiutato a migliorare e fortuatamente è adata bene alla fine".

Ultimo aggiornamento: 18/12/14 17.43CET

https://it.uefa.com/womenseuro/season=2013/golden-player/index.html#2013+nadine+angerer