Il sito ufficiale del calcio europeo

1989: La prima volta della Germania

Pubblicato: domenica, 2 luglio 1989, 12.52CET
Al termine dell'edizine 1989 le tedesche hanno conquistato il loro primo titolo.
1989: La prima volta della Germania
Silvia Neid, capitano delle campionesse d'Europa della Germania Ovest ©UEFA.com
Pubblicato: domenica, 2 luglio 1989, 12.52CET

1989: La prima volta della Germania

Al termine dell'edizine 1989 le tedesche hanno conquistato il loro primo titolo.

Dopo aver esteso la Competizione Europea per il Calcio Femminile a 17 squadre, a partire dall'edizione 1987-89 è stata apportata anche un'altra modifica alla formula. Le prime due di ogni girone si sarebbero affrontate in un quarto di finale con sfide di andata e ritorno prima di arrivare alla fase finale tra le quattro migliori nazionali.

Contenuti attinenti

Il Gruppo 1 si rivela molto difficile con la presenza delle campionesse uscenti della Norvegia, dell'Inghilterra, della Danimarca e della Finlandia. Le norvegesi partono malissimo e raccolgono appena un punto nelle prime tre gare perdendo contro Danimarca e Finlandia. Le danesi battono anche l'Inghilterra e la seconda vittoria contro la Norvegia garantisce loro il primo posto nel girone.

L'Inghilterra è alla ricerca dei tre punti contro la Finlandia per eliminare la Norvegia ma non va oltre l'1-1. Due settimane dopo le campionesse in carica vincono per 3-1 a Blackburn e si qualificano grazie alla differenza reti. Nel Gruppo 2 Olanda e Svezia si qualificano senza diffiicoltà, Germania Ovest e Italia dominano il Gruppo 3 mentre Francia e Cecoslovacchia, alla prima apparizione, chiudono il Gruppo 4 senza neanche una sconfitta.

La Danimarca, protagonista nella fase a gironi, viene sconfitta per 5-1 in casa dalla Svezia e perde la sfida con il risultato complessivo di 6-2. La Norvegia supera l'Olanda con un tranquillo 5-1, l'Italia si impone sulla Francia per 4-1 mentre la Germania, paese ospitante della fase finale, si impone per 3-1 sulla Cecoslovacchia.

La Germania Ovest - protagonista nelle qualificazioni con 18 reti segnate e nessuna subita, incluso un 10-0 in Svizzera - è chiaramente tra le favorite. Dopo aver pareggiato 1-1 con l'Italia a Siegen, le tedesche si impongono ai calci di rigore per 4-2 dimostrando una freddezza dal dischetto che contraddistinguerà i loro colleghi uomini un anno dopo alla Coppa del Mondo FIFA.

A Ludenscheid, nel frattempo, la Norvegia dimostra di essersi ripresa dalle incertezze delle qualificazioni e batte la Svezia per 2-1 in uno scontro tra vincitrici della competizione. Le svedesi si consolano con il terzo posto conquistato ai danni delle Azzurre per 2-1 nei tempi supplementari a Osnabruck. La finale, giocata il 2 luglio nello stesso stadio, si rivelerà meno equilibrata.

Proprio come avevano fatto le norvegesi due anni prima ad Oslo, questa volta sono le tedesche a strappare il titolo alle campionesse uscenti della Norvegia. Uno schiacciante 4-1 con doppietta di Ursula Lohn e reti di Heidi Mohr e Angelika Fehrmann - unico gol di quest'ultima in nazionale - consente alla Germania Ovest di conquistare l'unico titolo prima della riunificazione. Dopo questo storico evento sarebbero seguiti altri trionfi.

Ultimo aggiornamento: 28/09/14 3.11CET

Informazioni collegate

Profili squadre

https://it.uefa.com/womenseuro/season=1989/overview/index.html#1989+la+prima+volta+della+germania

Risultato finale

La finale - 02/07/1989
Germania4-1Norvegia
 
  • Stadio: Bremer Brücke
  • Posto: Osnabrück (GER)
Semifinaliste
Italia
Svezia
 

Calendario

Qualificazioni

Eliminazione diretta

Finale