Delusione Danimarca

"Siamo andate così vicine alla finale di EURO", ha detto con rammarico la centrocampista danese Mariann Gajhede Knudsen dopo la sconfitta. "Probabimente non ci andrò più così vicina, quindi è dura da digerire".

Stina Petersen e Katrine Veje dopo la sconfitta
Stina Petersen e Katrine Veje dopo la sconfitta ©Sportsfile

Mariann Gajhede Knudsen, centrocampista Danimarca
Siamo andate così vicine alla finale di EURO. Probabimente non ci andrò più così vicina, quindi è dura da digerire.

Non è mai facile quando l'altra squadra segna presto e specialmente se la squadra è la Norvegia dato che è molto brava a difendere. Sapevamo sarebbe stata dura per il resto della partita, ma dopo un po' siamo tornate a giocare come sappiamo e penso che siamo state le migliori. Solo non abbiamo creato abbastanza occasioni e non siamo riuscite ad approfittare delle poche che abbiamo avuto.

Sono rimasta sorpresa dell'energia che abbiamo avuto dato che pochi giorni fa abbiamo giocato 120 minuti, ma ci siamo preparate bene per questo torneo e ci siamo allenate come mai. Ha pagato. Ci è solo mancato quel qualcosa in più questa volta

E' stato incredibile, la Svezia, le città sede, la federazione e tutta le gente qui hanno reso questo torneo un'esperienza incredibile. Possiamo solo dire grazie.

Katrine Søndergaard Pedersen, centrocampista Danimarca
Siamo entrate in partita tardi. Siamo soddisfatte per il modo in cui abbiamo provato ad attaccare la difesa norvegese e penso che abbiamo fatto bene anche nei tempi supplementari. Abbiamo provato a fare un altro gol, ma non ce l'abbiamo fatta e loro erano pericolose in contropiede. Poi speravamo che l'esperienza che abbiamo nei calci di rigore ci avrebbe portato in finale, ma non è andata così.

Sono orgogliosa della squadra e di quello che abbiamo fatto. Magari domani o tra una setttimana sarò orgogliosa per questo torneo. Non ora, ora sono delusa perché non abbiamo vinto.

In alto