Il sito ufficiale del calcio europeo

Gloria per Hjelmseth e Christensen

Pubblicato: Venerdì, 26 luglio 2013, 0.55CET
"E' semplicemente fantastico", ha detto il portiere della Norvegia Ingrid Hjelmseth, l'eroe dei rigori finali, che la compagna di squadra Marit Fiane Christensen non ha avuto "il coraggio di guardare".
di Jo Juvet
da Nya Parken
Gloria per Hjelmseth e Christensen
La Norvegia festeggia ©AFP/Getty Images
 

Foto

  • Germany celebrate
  • Alex Popp (Germany)
  • Champions badge (Netherlands)
  • Netherlands celebrate
Pubblicato: Venerdì, 26 luglio 2013, 0.55CET

Gloria per Hjelmseth e Christensen

"E' semplicemente fantastico", ha detto il portiere della Norvegia Ingrid Hjelmseth, l'eroe dei rigori finali, che la compagna di squadra Marit Fiane Christensen non ha avuto "il coraggio di guardare".

Ingrid Hjelmseth, portiere Norvegia
Davvero non ho parole per descriverlo. E' assolutamente fantastico. Come portiere è una situazione in cui non hai nulla da perdere, puoi solo diventare un eroe. Avevmo studiato i loro tiri dal dischetto nella loro ultima partita, e abbiamo pensato avrebbero fatto lo stesso di nuovo. Ci siamo accordate per fare un po' di spettacolo, e mettere loro pressione psicologica, e ce l'abbiamo fatta.

[Parare i primi due rigori] è surreale – una sensazione fantastica, come quando [le compagne] corrono verso di te dopo, ma riescono a mantenere la calma e segnare.

E' sempre dura concedere gol a inizio partita. Quando abbiamo subito gol, la concentrazione si è spostata sul fatto di tenerci in gara fino ai supplementari per poi ricaricarci, e penso che l'abbiamo fatto bene.

Siamo state d'accordo sul fatto di non concedere loro occasioni. Non penso ne abbiano avute molte durante i tempi regolamentari, e quando abbiamo potuto colpire in contropiede dovevamo approfittarne, ne abbiamo fatto uno ottimo nei supplementari. Sono molto contenta per il fatto che abbiamo mantenuto la calma, e fatto bene ai rigori.

Marit Fiane Christensen, marcatore Norvegia
E' fantastico. Mi sono sentita sollevata e ho iniziato a piangere subito. Ero così contenta, ero molto nervosa durante i rigori. E' un sentimento grandioso, soprattutto dopo aver lavorato duramente durante i supplementari.

La partita è andata come avevo previsto. Loro hanno avuto più possesso palla e noi siamo state pericolose in contropiede, avremmo potuto segnare un secondo gol e ammazzare la partita. E' stata una delusione non riuscire a vincere nei tempi regolamentari, ma abbiamo dimostrato carattere nel vincere ai rigori, anche se io non ho avuto il coraggio di guardare.

Tutte noi abbiamo lavorato duramente, ero pronta per una gara dura oggi. Sono contenta della mia prestazione e di quella della squadra.

Ultimo aggiornamento: 04/09/13 20.16CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Profili squadre
Partita collegata

http://it.uefa.com/womenseuro/news/newsid=1976499.html#gloria+hjelmseth+christensen