La Danimarca continua a sognare

Nel quarto di finale contro la Francia, il portiere Stina Petersen decide la sfida con ottime parate dal dischetto. "Mi sono affidata all'istinto", ha dichiarato.

La festa danese
La festa danese ©AFP/Getty Images

Stina Petersen, portiere della Danimarca
E' stata una partita difficile decisa soltanto ai calci di rigore ma alla fine ce l'abbiamo fatta! E' incredibile. [Ai portieri piace la vetrina dei calci di rigore?] E' l'ultimo atto di una partita dopo i tempi supplementari, ma durante la gara ero concentrata esclusivamente sulla partita perché eravamo sotto pressione. Una volta terminata la gara ho pensato: 'Adesso sotto con i rigori, e vediamo cosa riesco a fare'.

No, non avevo studiato i rigori della Francia. Aveva funzionato bene contro la Svezia, così non ho fatto ricerche. Mi sono affidata al mio istinto. Ero molto arrabbiata [quando non sono riuscita a trattenere il rigore del pareggio di Necib nonostante avessi due mani sul pallone]. Non ci potevo credere. Ma al secondo tentativo mi sono rifatta.

Abbiamo corso molto e giocato da squadra vera. Ci siamo aiutate e abbiamo cercato di attaccare ogni volta che avevamo la palla. Abbiamo creduto in noi stesse e grazie a questo siamo passate.

Johanna Rasmussen, autrice del gol della Danimarca 

E' stata una gara incredibile! Siamo riuscite a segnare un gol, ma la gara era ancora molto lunga. Sapevamo di dovere lottare. La Francia è un'ottima squadra. Una volta ai supplementari speravamo di andare ai calci di rigore. Il nostro portiere ha fatto molto bene dal dischetto. E' fantastico, è la cosa più incredibile che mi sia capitata!

Siamo state molto compatte e abbiamo lottato l'una per l'altra. Siamo una buona squadra, abbiamo bisogno di sacrificarci a vicenda per conseguire il risultato ed è quello che abbiamo fatto oggi. Siamo andate in campo con la voglia di divertirci. Siamo state molto vicino a andare a casa, per questo oggi siamo scese in campo con spensieratezza e determinazione.

Il mio gol è stato sicuramente importante. E' sempre bello segnare, ma forse il gol è arrivato troppo presto. Non ho ancora pensato alla Norvegia. Siamo reduci da una partita incredibile ed è fantastico essere in semifinale.
 

In alto