Il sito ufficiale del calcio europeo

Silvia esulta per la Spagna

Pubblicato: Giovedì, 4 luglio 2013, 12.34CET
La qualificazione delle iberiche alla fase finale di UEFA Women's EURO 2013 è un grande risultato per il calcio iberico femminile. "Sarà importante partire bene", ha spiegato la centrocampista Silvia Meseguer.
di Dúnia Martín
Silvia esulta per la Spagna
Silvia MESEGUER ©Sportsfile
 

Foto

  • Germany celebrate
  • Alex Popp (Germany)
  • Champions badge (Netherlands)
  • Netherlands celebrate
Pubblicato: Giovedì, 4 luglio 2013, 12.34CET

Silvia esulta per la Spagna

La qualificazione delle iberiche alla fase finale di UEFA Women's EURO 2013 è un grande risultato per il calcio iberico femminile. "Sarà importante partire bene", ha spiegato la centrocampista Silvia Meseguer.

Secondo la centrocampista della Spagna Silvia Meseguer, la presenza della squadra iberica a UEFA Women's EURO 2013, la cui gara d'esordio è in programma venerdì contro l'Inghilterra, rappresenta un “passo avanti per il calcio femminile spagnolo”.

Mostrando un'umiltà che è ormai un tratto distintivo delle nazionali spagnole a tutti i livelli sia maschile che femminile, Silvia teneva le dita incrociate in attesa delle convocazioni diramate lo scorso fine settimana dal Ct Ignacio Quereda per la fase finale. "La Spagna ha molte brave calciatrici e finché non vedrò il mio nome sulla lista non mi sentirò sicura”, aveva dichiarato il neo acquisto del Club Atlético de Madrid.

Ma il centrocampista centrale aveva poco da temere. Decisiva per le sorti della Spagna nelle qualificazioni e nel successo per 3-2 contro la Scozia nello spareggio, era altamente improbabile che non figurasse nella lista.

A proposito delle emozioni provate nei tempi supplementari contro la squadra di Anna Signeul a Madrid, Silvia ha dichiarato: "Eravamo fiduciose dopo il pareggio dell'andata in Scozia, dove avremmo potuto anche vincere. E nonostante al ritorno si fosse messa male, siamo riuscite a reagire e a qualificarci”.

L'ex calciatrice dell'RCD Espanyol ha esordito con la Spagna nel 2008 contro l'Inghilterra. E proprio contro l'Inghilterra la Spagna esordirà il 12 luglio nel Gruppo C alla Linköping Arena, prima delle sfide impegnative contro Francia e Russia.

"La Francia è una squadra completa, gioca palla al piede e ha alcune tra le migliori calciatrici d'Europa, molte delle quali militano nell'Olympique Lyonnais. E' l'avversario più temibile”.

"L'Inghilterra la conosciamo bene e ci ha sempre preceduto nelle qualificazioni. La Russia è una squadra forte sul piano fisico, fatica un po' nel palleggio ma si chiude bene dietro”.

Dopo avere sfiorato la qualificazione a UEFA Women's EURO 2009, sconfitta nello spareggio contro l'Olanda, e al Mondiale Femminile FIFA due anni fa, la Spagna può gioire per avere centrato l'obiettivo al terzo tentativo. "La rosa non è cambiata molto ma abbiamo maturato esperienza e una sicurezza maggiore in noi stesse che ci ha consentito di fare il salto definitivo”.

L'ex calciatrice dell'Espanyol, vincitrice di tre Coppe della Regina e due volte vice campione nazionale, assicura che lei e le compagne affronteranno il torneo “una gara per volta”.

"E' importante partire bene – ha spiegato la studentessa di medicina presso l'Università di Barcellona -. Dovremo essere al massimo. Vediamo se riusciamo a qualificarci”.

Alla seconda fase finale di sempre dopo quella del 1997, la sola presenza della Spagna nel torneo è importante per il futuro del calcio femminile spagnolo. "E' un modo per ribadire che ci siamo anche noi. Siamo sulla strada giusta e dobbiamo restarci”.


Ultimo aggiornamento: 07/07/13 15.07CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/womenseuro/news/newsid=1968947.html#silvia+esulta+spagna