Il sito ufficiale del calcio europeo

Jakobsson, l'attesa con il sorriso

Pubblicato: Martedì, 2 luglio 2013, 20.04CET
"Sorrido ogni volta che ci penso", ha raccontato l'attaccante svedese a UEFA.com descrivendo l'attesa che accompagna l'inizio di UEFA Women's EURO 2013.
di Jo Juvet
 

Foto

  • Lieke Martens (Netherlands)
  • Vivianne Miedema (Netherlands)
  • Sherida Spitse (Netherlands)
  • Desiree van Lunteren (Netherlands)
Pubblicato: Martedì, 2 luglio 2013, 20.04CET

Jakobsson, l'attesa con il sorriso

"Sorrido ogni volta che ci penso", ha raccontato l'attaccante svedese a UEFA.com descrivendo l'attesa che accompagna l'inizio di UEFA Women's EURO 2013.

Mercoledì per la Svezia giungerà un momento atteso da mesi, l'esordio a UEFA Women's EURO 2013 contro la Danimarca a Goteborg, e Sofia Jakobsson non vede l'ora che la festa cominci.

Se Lotta Schelin e Kosovare Asllani sono considerate le titolari in attacco per la squadra padrona di casa, il capocannoniere del campionato inglese si è messa in luce con il Chelsea LFC e punta a ritagliarsi un posto a protagonista. Jakobsson, 23 anni, ha parlato con UEFA.com delle sue aspettative per il torneo e di che cosa significhi lavorare agli ordini di Pia Sundhage.

UEFA.com: Che cosa significa per te giocare in casa?

Sofia Jakobsson: E' qualcosa che ho sempre sognato, far parte di questa squadra e magari essere titolare. Disputare un'edizione di EURO in casa, esserne parte, è qualcosa che mi fa sorridere ogni volta che ci penso. E' una sensazione bellissima.

UEFA.com: Come sono cambiate le cose dall'arrivo di Pia Sundhage in panchina lo scorso autunno?

Jakobsson: Ci sono stati cambiamenti per tutti. Lei ha portato energie nuove, ha chiesto a tutte noi di mostrare davvero quanto valiamo. E' una visione tutta nuova e le novità hanno riguardato ogni aspetto. Stiamo lavorando a ritmi elevatissimi e tutte noi ci stiamo impegnando al massimo per ottenere un posto da titolari.

UEFA.com: Le vostre avversarie nel Gruppo A saranno Danimarca, Italia e Finlandia. Che cosa vi aspettate da loro?

Jakobsson: Saranno tre sfide difficili. Non ho mai affrontato nessuna delle tre a questi livelli, ma so che la Danimarca può contare su molte grandi giocatrici. Si tratta di un'ottima squadra, abile nei passaggi, quindi non sarà un esordio facile. Sarà fondamentale per noi esprimerci ai massimi livelli.

La Finlandia è una squadra più potente, più forte fisicamente, quindi dovremo cercare di imporci anche su quel piano e fare la partita. Ho affontato l'Italia a livello giovanile e so che è una squadra di talento, abile nel far girare il pallone, ma forse fisicamente ci è inferiore. Dovremo puntare su questo per vincere.

UEFA.com: Il terzo posto ottenuto alla Coppa del Mondo FIFA femminile vi ha ulteriormente caricate?

Jakobsson: Abbiamo dimostrato di essere un'ottima squadra piazzandoci al terzo posto e questo ci ha fatto acquisire sicurezza. Vorremmo rivivere certe situazioni e puntare ancora più in alto. Sentiamo che EURO sarò il nostro EURO, ma dovremo essere al amssimo per puntare a centrare nuovamente un piazzamento tanto importante.

UEFA.com: C' qualche giocatrice che potrebbe fare la differenza per la Svezia?

Jakobsson: Credo che la nostra forza sia nel gruppo. Siamo molto unite come squadra, ma allo stesso tempo abbiamo grandi calciatrici come Lotta [Schelin], che è straordinaria. Caroline Seger è un'altra grande campionessa, una delle migliori che abbia visto in azione. Abbiamo moltr grandi giocatrici, ma credo che il segreto stia nel gruppo. Giocare bene insieme è la ricetta vincente per andare lontano.

Ultimo aggiornamento: 08/07/13 12.42CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/womenseuro/news/newsid=1968658.html#jakobsson+lattesa+sorriso