La situazione delle qualificazioni a Women's EURO 2021

Guarda come si delineano le classifiche dei gironi e come si decideranno le 15 squadre che raggiungeranno l'Inghilterra nella fase finale.

La vittoria col Montenegro è valsa la qualificazione alla Germania
La vittoria col Montenegro è valsa la qualificazione alla Germania Getty Images

Le qualificazioni a UEFA Women's EURO 2021 sono in corso con 47 squadre (un record) in corsa per 15 posti nella fase finale che si giocherà in Inghilterra (già qualificata come nazione ospitante) dal 6 al 31 luglio 2022

Come funzionano le qualificazioni

  • Le vincenti dei gironi e le tre seconde con i risultati migliori contro la prima, terza, quarta e quinta del proprio girone raggiungeranno i padroni di casa dell'Inghilterra nella fase finale.
  • Le altre sei seconde accederanno agli spareggi di ottobre 2020 per i tre rimanenti posti nella fase finale a 16 squadre che si giocherà l'estate successiva.

La situazione dei gironi

  • Qualificate: Olanda (detentrice), Germania
  • Confermate tra le prime due posizioni: Belgio, Danimarca, Francia, Italia, Svizzera

Gruppo A: Olanda (campione in carica, qualificata), Russia, Slovenia, Turchia, Kosovo, Estonia, 

  • I campioni in carica dell'Olanda hanno vinto otto partite su otto e con un'altra vittoria blindando la qualificazione con il 7-0 nella sfida interna di venerdì contro l'Estonia. La Russia ha sconfitto la Slovenia ed ha tre punti di vantaggio con tre partite da giocare nella corsa al secondo posto. Il Kosovo deve ancora affrontare i campioni in carica per due volte ed è a due lunghezze dalla Slovenia dopo il pari di venerdì in trasferta con la Turchia. La Russia può blindare il secondo posto se batte la Turchia martedì e il Kosovo non batte l'Olanda.
La Danimarca festeggia un gol a Malta
La Danimarca festeggia un gol a MaltaDomenic Aquilina

Gruppo B: Danimarca, Italia, Bosnia-Erzegovina, Israele, Malta, Georgia

  • La Danimarca ha battuto 4-0 Israele mercoledì confermandosi a punteggio pieno dopo otto gare. l'Italia, vincitrice di sette gare su sette finora, ospiterà le danesi a Empoli martedì. Le due squadre sono già sicure dei primi due posti finali nel girone.

Gruppo C: Norvegia, Galles, Bielorussia, Irlanda del Nord, Isole Faroe

  • La Norvegia è ancora a punteggio pieno dopo la vittoria di settembre per 1-0 sul Galles e martedì sarà di scena a Cardiff dopo il successo 4-0 di giovedì contro le Isole Faroe. Le norvegesi hanno l'occasione per qualificarsi se contro il Galles conquisteranno più punti della Bielorussia contro l'Irlanda del Nord. La Bielorussia è a cinque punti dal Galles con due gare in meno. L'Irlanda del Nord è a un punto dalla Bielorussia e ha già giocato andata e ritorno contro Norvegia e Galles ma deve ancora affrontare due volte la Bielorussia.
La Norvegia ha allungato a otto sul Galles vincendo a Oslo
La Norvegia ha allungato a otto sul Galles vincendo a OsloGetty Images

Gruppo D: Spagna, Polonia, Repubblica Ceca, Moldavia, Azerbaigian

  • La Spagna, ancora imbattuta, ha superato la Repubblica Ceca ed è in vetta da sola. La Polonia ha sconfitto 3-0 l'Azerbaigian e si trova a due punti di distacco e uno davanti alla Repubblica Ceca; La Spagna ha una partita in meno di entrambe le principali sfidanti. La Polonia può concludere il mese in cima se vince in Moldova martedì. La vittoria porterebbe alla qualificazione se la Repubblica Ceca dovesse perdere contro l'Azerbaijan, il che confermerebbe anche almeno uno spareggio per la Spagna, che affronterà la Moldova il 27 novembre prima di ospitare la Polonia quattro giorni dopo in una probabile partita decisiva nel girone.

Gruppo E: Finlandia, Scozia, Portogallo, Albania, Cipro

  • La Scozia continua ad essere perfetta con il 3-0 sull'Albania e sono un punto dietro la Finlandia, con una partita in meno. Il Portogallo sono dietro altri quattro punti dopo il 3-0 a Cipro, che affronta in casa martedì.
La svedese Magdalena Eriksson esulta per il gol all'Ungheria
La svedese Magdalena Eriksson esulta per il gol all'Ungheria TT News Agency/AFP via Getty Images

Gruppo F: Svezia, Islanda, Ungheria, Slovacchia, Lettonia

  • Giovedì la Svezia ha battuto 7-0 la Lettonia, portandosi a +3 sull'Islanda (anch'essa imbattuta). La Svezia si qualificherà in caso di successo contro l'Islanda (che ha una partita in meno) martedì. La Slovacchia ha vinto 2-1 in Ungheria venerdì per portarsi a meno sei punti dall'Islanda.

Gruppo G: Francia, Austria, Serbia, Macedonia del Nord, Kazakistan

  • La Francia si è assicurata venerdì un posto tra i primi due battendo la Macedonia del Nord 11-0, Eugénie Le Sommer ha aggiunto altri quattro gol al suo conteggio record mentre la sua squadra si è unita all'Austria con cinque vittorie su cinque. L'Austria ha ancora bisogno di un punto contro la Francia martedì per assicurarsi almeno uno spareggio, dopo che la Serbia ha battuto il Kazakistan sabato.
Eugénie Le Sommer segna la sua 82esima rete con la Francia (un record)
Eugénie Le Sommer segna la sua 82esima rete con la Francia (un record)Igor Panevski

Gruppo H: Svizzera, Belgio, Romania, Croazia, Lituania

  • La Svizzera martedì ha battuto il Belgio 2-1 a settembre interrompendo il cammino perfetto delle belghe e piazzandosi a un punto dalla capolista e al secondo posto matematico. Il Belgio è ormai sicuro di arrivare almeno agli spareggi. Il primo posto si deciderà probabilmente con la sfida del 30 novembre tra Belgio e Svizzera ma potrebbe anche decidersi martedì se la squadra di Nils Nielsen dovesse vincere in Romania e i Red Flame perdere in Lituania.

Gruppo I: Germania, Repubblica d'Irlanda, Grecia, Ucraina, Montenegro

  • La Germania ha vinto 3-0 a settembre contro l'allora imbattuta Repubblica d'Irlanda e poi ha superato il Montenegro balzando a 18 punti in sei partite e blindando almeno il secondo posto. L'Irlanda è a cinque punti di distanza a due partite dalla fine, di cui una il 30 novembre in casa della Germania che potrebbe già essersi qualificata con una vittoria sulla Grecia quattro giorni prima, o se la squadra di Vera Pauw non dovesse vincere in Ucraina venerdì. L'Ucraina è a sette punti dal secondo posto dell'Irlanda con una gara in meno; deve vincere venerdì per evitare la matematica qualificazione della sua rivale.
Women’s EURO 2017: guarda ora tutti i 68 gol!
Women’s EURO 2017: guarda ora tutti i 68 gol!

Calendario

Rimanenti partite di qualificazione: 21–27 ottobre, 26 novembre–1 dicembre 2020
Sorteggio spareggi: da confermare
Spareggi
: aprile 2021
Sorteggio fase finale: da confermare, Inghilterra
Fase finale: 6–31 luglio 2022, Inghilterra

Riepilogo

  • L'Olanda è la squadra campione in carica e ha raggiunto la sua prima finale di Coppa del Mondo femminile FIFA nel 2019.
L'Olanda ha il diritto di indossare il badge di campione
L'Olanda ha il diritto di indossare il badge di campione©Getty Images

  • Svezia e Inghilterra (come Gran Bretagna), semifinaliste al Mondiale, raggiungeranno l'Olanda alle Olimpiadi del 2021 in Giappone.
  • Francia, Germania, Italia e Norvegia hanno raggiunto i quarti di finale della Coppa del Mondo, la Spagna è uscita agli ottavi mentre la Scozia (all'esordio) è uscita alla fase a gironi.
  • La Danimarca è arrivata seconda a EURO 2017 mentre Austria e England sono arrivate in semifinale.
  • La Germania ha vinto ogni edizione EURO dal 1995 fino al 2017 - sei consecutive - quando è uscita contro la Danimarca ai quarti.
  • La Germania ha vinto otto titoli, la Norvegia due mentre Svezia e Olanda uno a testa.
  • Cipro è all'esordio in competizioni maggiori mentre Kosovo e al suo primo Women's EURO.
  • Francia e Austria erano nello stesso girone a UEFA Women's EURO 2017 quando poi sono passate entrambe.
  • La Ct della Finlandia, Anna Signeul, era l'allenatrice della Scozia che ha condotto alla sua prima fase finale nel 2017.
  • La Norvegia è arrivata davanti al Galles nelle qualificazioni alla fase finale del 2017.
  • Il Portogallo è passata ai danni della Finlandia negli spareggi del 2017 qualificandosi alla sua prima fase finale.
  • La Svizzera ha battuto il Belgio per i gol in trasferta negli spareggi della Coppa del Mondo FIFA 2019 prima di perdere con l'Olanda.