Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

In Svezia, fari puntati su Hjohlman e Ilestedt

Al debutto con la Svezia a UEFA Women's EURO 2013, nel Paese scandinavo tutti i fari sono puntati su Amanda Ilestedt e Jenny Hjohlman, che ha confidato a UEFA.com: "La mia giornata tipo non è di certo così."

L'affetto dei tifosi e l'interesse dei media fanno parte della quotidianità delle ragazze della Svezia
L'affetto dei tifosi e l'interesse dei media fanno parte della quotidianità delle ragazze della Svezia ©Getty Images

Orde di giornalisti curiosi, migliaia di tifosi allo stadio e milioni di spettatori a casa: è questa la vita adesso per Jenny Hjohlman. "La mia giornata tipo non è di certo così," ha dichiarato a UEFA.com la 23enne giocatrice dell'Umeå IK, alla seconda presenza assoluta con la maglia della Svezia.

La Hjohlman non era mai stata convocata dalla nazionale maggiore prima della lettura della rosa per UEFA Women's EURO 2013, e ha debuttato con la casacca gialloblu circa quattro settimane fa contro l'Inghilterra in amichevole: sabato sera invece ha sostituito Kosovare Asllani al minuto 72 nel 5-0 contro la Finlandia. "È stato bellissimo scendere in campo, l'atmosfera era strepitosa," ha ammesso.

Molto simile anche la storia della sua compagna Amanda Ilestedt, che dopo aver vinto il Campionato Europeo femminile Under 19 UEFA e partecipato alla Coppa del Mondo Femminile FIFA Under 20, ha debuttato il quattro luglio contro l'Inghilterra, pur senza però trovare ancora spazio nel torneo in corso. E non sarà nemmeno facile per lei riuscirvi, vista la concerrenza al centro della difesa di Charlotte Rohlin e Nilla Fischer.

Martedì la Svezia affronta l'Italia a Halmstad: un pareggio basterebbe alle scandinave per centrare i quarti di finale e la vittoria nel Gruppo A. "Sono davvero contenta che le mie compagne stiano giocando così bene," ha dichiarato la 20enne difensore dell'FC Malmö. "Ovviamente sarei felicissima di giocare, vediamo un po' quello che succede." Che giochi o no, la sua community di tifosi sarà comunque molto vasta. "Sono venute un sacco di persone contro la Finlandia, sicuramente in doppia cifra". Nonostante non abbiano visto all'opera la loro beniamina, avranno comunque accolto con soddisfazione il 5-0 finale a favore delle ragazze di Pia Sundhage.

In alto