UEFA Women's EURO 2013, reazioni al sorteggio

UEFA.com ha raccolto le reazioni a caldo dei Ct delle sei squadre che si contendono gli ultimi tre posti per la fase finale del torneo in programma il prossimo anno in Svezia.

UEFA Women's EURO 2013, reazioni al sorteggio
UEFA Women's EURO 2013, reazioni al sorteggio ©uefa.com 1998-2012. All rights reserved.

Gli spareggi assegneranno gli ultimi tre posti per UEFA Women's EURO 2013 in Svezia. Gli accoppiamenti sono stati decisi dal sorteggio che si è svolto venerdì a Nyon. UEFA.com passa in rassegna le reazioni dei protagonisti.

Sorteggio completo spareggi: partite 20/21 e 24/25 ottobre 

Scozia - Spagna

Ucraina - Islanda

Austria - Russia

Scozia - Spagna:

Anna Signeul, Ct della Scozia
Sarà una sfida nuova e molto stimolante per noi. La Spagna è la squadra di cui sappiamo meno. L'abbiamo seguita di recente e faremo ulteriori analisi in vista dello spareggio. Sappiamo che è una squadra dotata tecnicamente. Cercherà di mantenere a lungo la passa e dovremo essere al meglio per riuscire a batterla. Arriviamo a questa sfida sereni e la affronteremo come abbiamo fatto con tutte le partite di qualificazione, determinati a vincere e convinti di poterlo fare. La squadra non vede l'ora di giocare in casa a Hampden Park. Le ragazze sono orgogliose di mettere in vetrina il calcio femminile nel tempio del calcio scozzese.

Ignacio Quereda, Ct della Spagna 
In teoria dovrebbe essere un vantaggio giocare in casa il ritorno. Ma dipende da come andrà l'andata. Sono fiducioso. La squadra è molto motivata e concentrata. Ho piena fiducia nella squadra. Sta bene fisicamente e mentalmente e ha dimostrato di avere molta voglia.

Austria - Russia:
Dominik Thalhammer, Ct dell'Austria
La Russia è un avversario duro, come lo sono anche Spagna e Islanda [le altre teste di serie]. La Russia è alla terza partecipazione alla fase finale di un Campionato Europeo, mentre per noi si tratterebbe della prima volta. Sono contento di avere evitato l'Islanda per le difficili condizioni climatiche e per il viaggio. Il semplice fatto di essere presenti al sorteggio di Nyon è un grande risultato. Adesso possiamo misurarci contro le favorite. Tutto quello che verrà sarà guadagnato.

Svetlana Zhuravleva, responsabile calcio femminile della federazione russa (RFS)
Studieremo i nostri prossimi avversari. Non li conosciamo bene. Ma tutte le squadre che si sono qualificate per la prima volta sono ambiziose e di buon livello. L'Austria sarà un buon avversario e va rispettato.

Ucraina – Islanda:
 Siggi Eyjólfsson, Ct dell'Islanda
Sapevamo che avremmo trovato una buona squadra, quale che fosse, e dobbiamo prepararci a due partite difficili contro una squadra del valore dell'Ucraina. Dovremo studiarla meglio, magari rivedendo la partita contro la Finlandia.

Le giocatrici in Islanda sono in vacanza ad eccezione di quelle dello Stjarnan [al via in UEFA Women's Champions League] e della nazionale Under 19, impegnata in alcune gare di qualificazione. Alcune nostre pedine giocano anche con l'Under 19. Allestiremo la rosa e inizieremo ad allenarci. Molte delle nostre ragazze giocano all'estero, si possono tenere in forma e unirsi al resto della rosa più tardi. Possiamo contare anche su altre calciatrici all'estero non impiegate nelle ultime partite, ma che possono tornare utili per gli spareggi.