UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Sfida al vertice tra Italia e Russia

Dopo il confronto a UEFA Women's EURO 2009, le due squadre si ritrovano mercoledì a Treviso in una gara potenzialmente decisiva per la qualificazione al torneo del 2013.

L'Italia ha battuto la Russia nel 2009
L'Italia ha battuto la Russia nel 2009 ©Getty Images

A UEFA Women's EURO 2009, l'Italia ha raggiunto la fase a eliminazione diretta per la prima volta dopo 12 anni grazie a un 2-0 contro la Russia. Mercoledì, le due squadre si riaffrontano a Treviso in una sfida potenzialmente decisiva per la qualificazione al torneo del 2013.

Dopo due partite nel Gruppo 1, le squadre sono a pari merito a sei punti. L'Italia ha vinto 1-0 in Bosnia-Erzegovina il mese scorso, mentre sabato ha battuto l'ERJ Macedonia per 9-0. La Russia ha superato la Bosnia-Erzegovina 4-1 nel fine settimana dopo il 2-0 sulla Polonia, considerata la squadra che avrebbe potuto sorprendere le due teste di serie.

Il successo azzurro nel fine settimana è arrivato malgrado l'assenza del portiere Anna Maria Picarelli, dei difensori Alia Guagni e Raffaella Manieri e delle attaccanti Sandy Iannella e Patrizia Panico. L'indisponibilità del capitano (infortunio al piede sinistro) ha però aperto la strada a una tripletta di Daniela Sabatino, alla prima partita da titolare dopo gli ottimi risultati con l'ACF Brescia Femminile la scorsa stagione. Picarelli dovrebbe rientrare mercoledì.

"È una partita molto importante - ha dichiarato il Ct Pietro Ghedin -. Sia Italia che Russia hanno vinto le prime due partite del girone. Conosciamo il loro valore, ma sappiamo anche che ci stiamo preparando bene per questa partita. Negli ultimi giorni abbiamo lavorato bene. Ci mancheranno quattro giocatrici importanti, ma mi fido ciecamente delle ragazze che le sostituiranno. Sono sicuro che siamo sulla strada giusta e spero di poterlo dimostrare contro la Russia".

La Russia ha iniziato le qualificazioni con il nuovo allenatore Farid Benstiti, che ha trasformato l'Olympique Lyonnais in una superpotenza europea e ha sostituito Vera Pauw, la quale ha deciso di concentrarsi sul ruolo di direttore tecnico della Federcalcio russa (RFS) nel settore femminile. Dopo le vittorie contro Polonia e Bosnia-Erzegovina, Benstiti si appresta alla sfida contro le azzurre con ottimismo.

"C'è un bel clima in squadra - ha dichiarato Benstiti -. Ci aspetta una partita importante. Per migliorare dovremo lavorare di più in allenamento. Al momento ci manca un po' di costanza. Durante le partite abbiamo buoni momenti ma anche passaggi a vuoto".

Il portiere Elvira Todua ha aggiunto: "Dobbiamo dimenticare al più presto la vittoria contro la Bosnia-Erzegovina. L'Italia è l'avversaria principale e dobbiamo fare risultato".