UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il bello viene adesso

L'Italia lascia gli Europei dopo la sconfitta di misura con le campionesse in carica della Germania, ma Gabbiadini e Zorri vedono il lato positivo e sanno che l'esperienza aiuterà a crescere.

Il bello viene adesso
Il bello viene adesso ©Getty Images

L'Italia di Pietro Ghedin lascia la Finlanda dopo la sconfitta di misura per 2-1 contro la Germania nei quarti di UEFA WOMEN'S EURO 2009™ giocati a Lahti, ma dice addio alla competizione a testa alta e dopo aver ottenuto il risultato migliore in questo torneo negli utimi dodici anni: "Al 90’ ci siamo illuse, noi ci credevamo fino alla fine di arrivare al pareggio", ha detto Tatiana Zorri. "Almeno si è visto l’orgoglio italiano, non molliamo mai".

Sirene inglesi
La formazione italiana è l'unica ad aver affrontato le tre favorite - ormai due, Inghilterra e Germania, dopo che la Svezia è stata eliminata nell'altro quarto della giornata dalla Norvegia -  e di certo il suo cammino è stato costellato da impegni durissimi. Sorprendentemente, Zorri e Melania Gabbiadini punterebbero sull'unica di queste tre formazioni che l'Italia ha battuto in Finlandia: "La migliore è l'Inghilterra", ha detto l'attaccante, prima che la centrocampista subentrata nella ripresa confermasse: "La più forte tra quelle che abbiamo incontrato è l’Inghilterra, mi piace molto come gioca. Secondo me ci sarà una finale Ighilterra-Germania".

'Siamo cresciute tanto'
Invece di lasciarsi andare alla delusione per la sconfitta, le italiane preferiscono pensare al futuro: "Io penso che siamo cresciute tanto dagli ultimi Europei e penso che si più va avanti più ci cresce", ha spiegato Zorri a uefa.com. "Sicuramente ci farà fare un salto di qualità, guadagneremo esperienza, ci farà vedere dove abbiamo sbagliato, dove abbiamo anche fatto bene. Ci sono anche cose positive da parte nostra in questo Europeo".

Grande parata
Delusione maggiore nelle parole della 26enne attaccante dell'ASD CF Bardolino Verona: "C’è tanto rammarico perché alla fine ci credevamo un po’, sul 2-1 era ancora fattibile, il loro portiere ha fatto una grande parata e ci dispiace", ha ammesso Gabbiadini. "Siamo contente di quello che abbiamo fatto perché battere l’Inghilterra e la Russia, arrivare seconde nel girone e uscire con un 2-1 contro la Germania ci rende contente. Solo ci dispiace essere uscite".