UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Ihringova, il piacere di arbitrare

Il fischietto slovacco ha già arbitrato la finale della scorsa edizione di UEFA WOMEN'S EURO 2005™ in Inghilterra, dove si è trasferita, e fa parte della squadra arbitrale del 2009 in Finlandia.

Ihringova, il piacere di arbitrare
Ihringova, il piacere di arbitrare ©Sportsfile

Quattro anni fa Alexandra Ihringova arbitrava la finale di UEFA WOMEN'S EURO 2005™ in Inghilterra, un’esperienza talmente positiva da indurre il direttore di gara slovacco a trasferirsi nel paese. La Ihringova, nipote di un arbitro, fa parte della squadra arbitrale presente in Finlandia e ha parlato con uefa.com della sua esperienza.

uefa.com: Come sta andando?

Alexandra Ihringova: Mi sto godendo ogni attimo di questa esperienza. Ho avuto la fortuna di prendere parte alla scorsa edizione del torneo: in quattro anni il calcio femminile ha compiuto enormi progressi, ed è entusiasmante riscontrarlo da vicino.

uefa.com: Quanto sono migliorati gli arbitraggi?

Ihringova: Siamo tutte impegnate a migliorarci, anche grazie alla collaborazione con UEFA e FIFA. Ci alleniamo molto insieme e in quattro anni abbiamo fatto un buon lavoro.

uefa.com: Ci sono stati pochissimi cartellini finora, come mai?

Ihringova: Forse dipende dalla correttezza delle donne. La lealtà è un tratto fondamentale del calcio femminile.

uefa.com: Quali ricordi conserva della fase finale del 2005?

Ihringova: Ho avuto la fortuna di arbitrare fino alla finale, e di conseguenza è uno dei ricordi arbitrali più belli per me. Avevo appena 30 anni, ero all’esordio in un torneo importante e arbitravo addirittura la finale. Mi sono goduta ogni singola partita.

uefa.com: Trasferirsi in Inghilterra le è servito per la carriera?

Ihringova: Credo di sì. Sono cresciuta molto come arbitro in Inghilterra. Qui il calcio è molto diverso da quello praticato sul continente. Ha contribuito a cambiare il mio modo di arbitrare. Oggi comunico molto meglio di un tempo con i giocatori. Se vuoi sopravvivere in Inghilterra, devi imparare a farlo. E poi posso arbitrare il campionato inglese, che è di un ottimo livello.

uefa.com: Descriva l’atmosfera che si respira nella sede del ritiro degli arbitri.

Ihringova: Ci conosciamo tutte molto bene, ci incontriamo regolarmente da alcuni anni e alcune colleghe sono diventate le mie migliori amiche. Siamo una squadra, lavoriamo insieme, ci sosteniamo a vicenda. Lo sforzo è collettivo, e puntiamo a diventare la 13esima squadra.

uefa.com: Lo scorso anno ha diretto il ritorno della finale di Coppa UEFA Femminile fra 1. FFC Frankfurt e Umeå IK...

Ihringova: È stata una delle partite di calcio più belle a cui abbia mai assistito: 90 minuti di continui ribaltamenti di fronte, grande calcio e 27.000 spettatori. È stato molto bello e mi piacerebbe ripetere l’esperienza.