UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

E' tempo di festa in casa Italia

Le italiane hanno intenzione di celebrare la qualificazione per i quarti di UEFA WOMEN'S EURO 2009™: "Festeggeremo, ma tutto il torneo è stato una festa", ha detto Panico.

Melania Gabbiadini e Elisabetta Tona
Melania Gabbiadini e Elisabetta Tona ©UEFA.com

Le italiane hanno intenzione di festeggiare dopo la qualificazione per i quarti di finale di UEFA WOMEN'S EURO 2009™ ottenuta battendo la Russia per 2-0 a Helsinki, e l'attaccante Patrizia Panico ha detto a uefa.com che non sarebbe nemmeno la prima volta: "Festeggeremo, ma posso dire che tutto il torneo è stato una festa per noi".

Vittoria
La Russia ha avuto molte occasioni allao Stadio Olimpico, specialmente nel primo tempo, ma è stata Melania Gabbiadini a rompere gli indugi a 13 minuti dal termine, prima che Tatiana Zorri raddoppiasse con una punizione negli ultimi secondi. L'Italia ha quindi conquistato sei punti piazzandosi seconda nel Gruppo C - questo significa che tra quattro giorni se la vedrà con la Germania a Lahti, nello stadio che ha visto la squadra di Pietro Ghedin battere per 2-1 le inglesi.

Fortuna
Panico ha riassunto bene l'andamento della gara contro le russe: "Oggi avevamo due risultati su tre, siamo state brave e anche fortunate perché la Russia gioca veramente bene". Gabbiadini, Migliore in Campo Carlsberg come contro l'Inghilterra - unica finora ad aver ricevuto due volte questo riconoscimento - si è detta soddisfatta soprattutto dei miglioramenti rispetto alla sconfitta per 2-0 con la Svezia. "Penso di aver giocato in modo positivo, oggi ho dato di più rispetto all’altra partita, riuscivo ad andare via meglio in velocità", ha spiegato a uefa.com. "Sono contenta anche perché all’Europeo ci si aspetta sempre tanto."

Inizi lenti
In questo torneo l'Italia ha iniziato le tre partite giocate non al massimo, ritrovando gioco - e gol - con i passare dei minuti. Prima la rimonta con l'Inghilterra, poi un primo quarto d'ora difficile contro le svedesi e infine i due gol nella ripresa con la squadra di Igor Shalimov. "Noi facciamo un po’ fatica nei primi minuti a prendere un po’ le distanze, ci allunghiamo e non riusciamo a capire gli inserimenti dei centrocampisti da subito. Facciamo un po’ fatica. Se riusciamo a tenere nel primo tempo poi nel secondo tempo riusciamo anche a parlarci di più e ci organizziamo meglio", ha spiegato Panico. D'accordo con lei anche Gabbiadini: "Le altre squadre partono sempre forti. Per noi non è tanto la paura, non so cosa sia. Comunque ci mettiamo un po’ a impostare il nostro gioco ma piano piano alla lunga viene fuori".

Germania 'schiacciasassi'
Le Azzurre ormai sanno tutto dei loro prossimi avversari, la Germania, unica squadra ad aver vinto tute le gare giocate in Finalndia. "La Germania non ha punti deboli, macina, schiaccia tutte. Hanno vinto tutto, hanno sempre fame di vittorie", ha concluso Panico. "Sono fortissime ma noi ormai siamo in ballo, bisogna andare fino in fondo".