UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Tuttino non fa calcoli

Dopo aver definito il gol-copertina contro l'Inghilterra "un episodio", la 26enne ha detto che contro la favorita Svezia le Azzurre non cambieranno atteggiamento: "Noi ce la giochiamo".

Alessia Tuttino
Alessia Tuttino ©Sportsfile

Alessia Tuttino ha segnato un gol da ricordare contro l'Inghilterra, nella gara che ha regalato all'Italia i primi tre punti nel Gruppo C di UEFA WOMEN'S EURO 2009™, ma alla vigilia dello scontro al vertice contro la super-favorita Svezia, la centrocampista dell'ASD CF Bardolino Verona ha voluto definirlo solo "un episodio" sottolineando che "non importa chi segna, alla fine è sempre tutta la squadra insieme che festeggia."

'Ce la giochiamo'
L'Italia di Ghedin ha affrontato la Svezia tre volte prima di UEFA WOMEN'S EURO 2009™ e ha perso in altrettante occasioni - in casa, fuori e durante l'Algarve Cup. Considerati i tre punti già messi al sicuro nel girone, si potrebbe pensare che le Azzurre inizino a fare calcoli e che con le favorite si accontentino di un pareggio. Tuttino non è d'accordo: "La Svezia è un'ottima squadra, non ci sono molte parole per descriverla. Ci abbiamo giocato contro tre volte e abbiamo perso tre volte", ha spiegato. "Noi ce la giochiamo a viso aperto perché non è nel nostro stile aspettare le squadre, e poi è la volta buona che subiamo. Quindi noi ce la giochiamo come sappiamo fare, poi il campo darà il risultato finale".

Sorpresa
Il risultato delle italiane contro la squadra di Hope Powell ha sorpreso molti, ma il risvolto negativo di quella vittoria è che ora tutti si aspettano molto dall'Italia e nessun avversario la sottovaluterà. "Noi giochiamo partita per partita, è ovvio che per noi è meglio se ci sottovalutano", ha continuato Tuttino, paragonata a Gennaro Gattuso. "In questo modo il risultato sarebbe anche più eclatante. Quello che conta è che noi sappiamo di esserci, di poter essere competitivi contro chiunque. Ce la giochiamo".

'Tutti importanti'
Le statistiche non lasciano molte speranze alle Azzurre, ma se Tuttino riuscisse a ripetersi e a trovare un altro gol da copertina, tutto potrebbe succedere. "Il risultato è stato ottimo ma è stato un episodio, voglio sottolineare la prova della squadra: se non c’è il gruppo dietro che mi supporta il gol non arriva", ha sottolineato. "Tutti sono importanti, dal portiere all'attaccante, dalle ragazze che stanno in panchina fino a Pamela Conti, in camera con l'influenza". La centrocampista, alle prese con la febbre, sta meglio, ma Ghedin deciderà solo all'ulimo momento se schierarla dopo il consulto con il medico della nazionale.