Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Ghedin punge le Azzurre

Il Ct dell'Italia vuole che la sua squadra lotti per 90 minuti e difenda il vantaggio di 1-0 ottenuto contro la Repubblica Ceca nell'andata degli spareggi per UEFA WOMEN'S EURO 2009™.

L'Italia deve difendere l'1-0 ottenuto nell'andata degli spareggi
L'Italia deve difendere l'1-0 ottenuto nell'andata degli spareggi ©Foxsport.it

Il Ct dell'Italia Pietro Ghedin vuole che la sua squadra lotti per 90 minuti e difenda il vantaggio di 1-0 ottenuto contro la Repubblica Ceca nell'andata degli spareggi per UEFA WOMEN'S EURO 2009™.

Panico decisiva
Il gol negli ultimi minuti di Patrizia Panico a Praga sabato ha dato alle Azzurre un leggero vantaggio prima del ritorno che si giocherà a Gubbio, e ora l'Italia ha buone possibilità di eliminare la Repubblica Ceca in questa fase per la seconda volta – quattro anni dopo il 2-1 ottenuto in casa e il 3-0 in trasferta. Nonostante la nazionale ceca non abbia mai giocato le fasi finali e le Azzurre siano sempre entrate nelle migliori otto, Ghedin non dà niente per scontato.

Determinazione
"Il risultato di Praga ci consentirà di giocare con più serenità la gara di ritorno", ha detto il tecnico italiano. "La Repubblica Ceca ha dimostrato, sebbene sia una squadra giovane, di essere anche molto forte sul piano atletico, tanto che è stata una partita molto combattuta e dal risultato aperto. Il gol segnato negli ultimi minuti da Patrizia Panico ha premiato il nostro impegno e la caparbietà, ma adesso dovremo stare attenti a non perdere la concentrazione e ad affrontare con la giusta determinazione i prossimi novanta minuti".

Tifosi a raccolta
Ghedin deve prendere una decisione su Melania Gabbiadini, che a Praga è stata in panchina per un infortunio alla coscia. Il capitano della squadra, Panico, dovrebbe invece partire titolare nonostante un occhio nero. "La vittoria di sabato è stata molto importante, è stata una dura lotta contro una squadra molto bvrava in contropiede", ha detto l'attaccante. "Ora non possiamo permetterci di rilassarci perché le ceche sono delle avversarie molto pericolose. Vogliamo raggiungere le finali e daremo tutto. Spero che molti tifosi verranno a sostenerci a Gubbio".

Žovinec ottimista
Mentre l'Italia ha concesso solo tre gol in casa nel suo girone di qualificazione, prendendo nove punti da quattro partite, le due partite competitive giocate in trasferta dalla Repubblica Ceca si sono concluse con uno 0-0 in Inghilterra e una sconfitta per 4-1 in Spagna. L'allenatore ceco Dušan Žovinec, che dovrà fare a meno del capitano Eva Šmeralová in difesa a causa di un infortunio al ginocchio, resta comunque ottimista.

Concentrazione
"Giocheremo di fronte a un pubblico decisamente di parte, ma nulla è ancora perduto", ha detto Žovinec. "Dobbiamo segnare un gol – quello rinvigorirebbe immediatamente le nostre speranze. Sappiamo che siamo in grado di farlo". Ma il Ct sa anche che la sua squadra deve evitare di concedere ancora gol negli ultimi minuti. Oltre ad aver lasciato segnare la Panico sabato, ne hanno concessi due alla Spagna e quattro contro l'Inghilterra proprio negli ultimi minuti delle gare di qualificazione perse rispettivamente 4-1 e 5-1. "La stamina è il nostro punto debole", ha spiegato l'allenatore. "Dobbiamo concentrarci su questo in futuro, non solo in nazionale ma in qualsiasi ambito".

In alto