UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Un anno di calcio femminile

La Germania conquista i trofei più importanti dell'anno, mentre l'1. FFC Turbine Potsdam vince la Coppa UEFA.

La famosa battuta di Gary Lineker "il calcio è un sport che si gioca in 22 e poi la Germania vince" viene ancora una volta confermata nella realtà. Le squadre tedesche, infatti, conquistano i trofei più importanti a livello di club e di nazionale nel 2005.

Trionfo EURO
Campionesse del mondo nel 2003, le tedesche iniziano l’UEFA EURO FEMMINILE 2005™ da favorite del pronostico e non deludono nel torneo che si svolge nel nord-est dell’Inghilterra. Le tedesche conquistano, infatti, il quarto Europeo consecutivo, il terzo per il Ct dimissionario Tina Theune-Meyer. "Ciò che ci rende una squadra vincente è che abbiamo un gruppo forte mentalmente che non si tira indietro ed ha fame di vittorie”, dichiara la Theune-Meyer nel momento in cui cede la panchina a Silvia Neid.

Record di spettatori
Il torneo inizia in modo spettacolare con una vittoria dell’Inghlterra per 3-2 contro la Finlandia allo stadio City of Manchester, domenica 5 giugno, di fronte a 29.092 tifosi – un record per una partita tra nazionali femminili. Le padrone di casa non sanno approfittare di questa vittoria, tuttavia, e sono Svezia e Finlandia a passare il turno nel Gruppo A eliminando anche la Danimarca. Nell’altro girone la Germania apre con una vittoria di misura per 1-0 contro la Norvegia. Le due squadre si qualificano alla fase successiva a discapito di Francia e Italia.

Una Norvegia stanca si arrende in finale
L’avventura di una Finlandia nervosa si conclude nelle semifinali con una secca sconfitta per 4-1 contro la Germania. La Norvegia vince ai supplementari per 3-2 contro la Svezia nella gara più entusiasmante del torneo. Ma la stanchezza dell’impresa di Warrington si fa sentire, e di fronte ai 21.100 spettatori di Blackburn le norvegesi si arrendono per 3-1.

Un successo
"Le cifre relative agli spettatori allo stadio ed in TV sono eccellenti – dichiara il direttore generale della UEFA, Lars-Christer Olsson alla fine del torneo durato due settimane -. Il fatto di aver ottenuto questo successo nella culla del calcio avrà un impatto positivo anche negli altri paesi del nostro continente”. La UEFA aveva preso una decisione molto importante a gennaio trasferendo le competenze per il calcio femminile dal settore sviluppo a quello per il calcio professionistico che si occupa anche di UEFA Champions League.

Le candidature
Il Campionato Europeo Femminile 2009 sarà sponsorizzato da grandi compagnie. Il paese ospitante sarà scelto l’anno prossimo dopo la presentazione delle candidature di Finlandia e Paesi Bassi. Tale decisione sarà presa dopo il Campionato Mondiale Femminile FIFA 2007 che si svolge in Cina. Le qualificazioni sono iniziate già da tempo e Germania, Norvegia ed Inghilterra sono ancora a punteggio pieno. Svezia e Danimarca sono in cima alla classifica dei rispettivi gironi.

Gioia Potsdam
A livello di club, nove giocatrici della nazionale tedesca aiutano l’1. FFC Turbine Potsdam a vincere la Coppa UEFA Femminile, sconfiggendo le svedesi del Djurgården/Älvsjö con il risultato complessivo di 5-1. "Si tratta della sensazione più esaltante che si possa provare a livello di club nel nostro sport", dichiara Ariane Hingst, capitano delle tedesche. Il Potsdam vince anche la Coppa di Germania superando l’1. FFC Frankfurt, vincitore del campionato.

“Vittoria fantastica”
I due migliori club tedeschi parteciperanno anche alla Coppa UEFA Femminile 2006 dopo aver superato le semifinali a novembre. Il Frankfurt viene sconfitto per 1-0 in casa dal Montpellier HSC, ma si impone poi per 3-2 in Francia. Anche il Potsdam è costretto alla rimonta dopo aver perso in casa per 3-2 contro il Djurgården/Älvsjö. Il 5-2 delle tedesche in Svezia mette a posto le cose. "Considerando il punteggio dell’andata, questo risultato è fantastico", dichiara l’allenatore del Potsdam, Bernd Schröder.

Russia campione
Il dominio Tedesco viene interrotto durante il Campionato Europeo Femminile UEFA Under 19 in Ungheria. La squadra di Maren Meinert viene sconfitta dalla Russia in semifinale. Tra le russe un’ecezionale Elena Danilova segna una tripletta. L’altra finalista è la Francia che batte la Finlandia per 1-0. La finale è spettacolare e la Russia vince il primo trofeo femminle in assoluto con un 6-5 dopo i calci di rigore. La partita si era chiusa sul 2-2. "La finale è stata un ottimo biglietto da visita per il calcio femminile", afferma il direttore tecnico della UEFA, Andy Roxburgh, alla Quinta Conferenza UEFA sul Calcio Femminile tenutasi ad Oslo ad ottobre. Dopo questo simposio sono molti gli argomenti all’ordine del giorno per gli ulteriori sviluppi di questo sport.