Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Un anno di calcio femminile

Il 2004, anno delle qualificazioni per i prossimi Campionati Europei UEFA femminili, è stato denso di emozioni.

di Paul Saffer

Tutto è pronto per le fasi finali dei Campionati Europei UEFA femminili in programma la prossima estate, ma anche il 2004, con le qualificazioni al torneo e alcuni risultati sorprendenti, è stato un anno davvero elettrizzante.

Germania stratosferica
Laureatasi campione del mondo alla fine del 2003, la Germania ha cominciato il 2004 con una vittoria per 11-0 sul Portogallo e vincendo per 3-1 contro la Scozia il 2 maggio si è garantita la possibilità di difendere in Inghilterra il proprio titolo di campione d'Europa. Dieci giorni più tardi è stata la Svezia a conquistare il primo posto nel suo girone, superando per 5-1 la Serbia-Montenegro dopo essere passata in svantaggio nel primo tempo.

Passa la Danimarca
La Francia ha vinto la sfida a distanza contro la Russia grazie alla vittoria per 3-0 ottenuta in Islanda, mentre la Danimarca ha costretto la Norvegia allo spareggio battendo per 6-0 il Belgio a settembre. La vittoria per 2-1 delle danesi sulle norvegesi è stato di fatto il risultato più importante all'interno del Gruppo 2.

Gioia finlandese
A quel punto rimanevano ancora tre posti liberi per il torneo inglese, tutti da assegnare attraverso gli spareggi. La Finlandia, una tra le due migliori terze qualificate, ha superato la Russia con un 4-1 complessivo, garantendosi l'accesso alla manifestazione accanto alle vincitrici dei gironi e all'Inghilterra, paese ospitante.

Insaziabile Norvegia
L'altra terza qualificata, l'Islanda, non è riuscita a reggere il confronto con la Norvegia, vincitrice per 7-2 a Reykjavik e qualificatasi alla fine del doppio confronto con un 9-3 complessivo. L'Italia ha poi fatto sua l'ultima piazza rimasta libera, superando la Repubblica ceca.

Le Olimpiadi
Con la qualificazione al torneo inglese ormai ottenuta, Germania e Svezia si sono concentrate sull'Olimpiade, in cui avrebbero rappresentato l'Europa accanto alla Grecia, paese ospitante della manifestazione. Mentre le elleniche, inserite in un girone di ferro, hanno perso tutte e tre le gare della prima fase, svedesi e tedesche sono approdate alle semifinali.

Bronzo per la Germania
Entrambe le formazioni hanno però interrotto la loro corsa, fermate da Stati Uniti, futuri vincitori del torneo, e Brasile. La Germania ha poi superato per 1-0 la Svezia nella gara per la medaglia di bronzo. Sempre nel 2004, il portiere tedesco Silke Rottenberg e l'attaccante svedese Hanna Ljungberg hanno festeggiato il traguardo delle 100 presenze in nazionale.

L'Umeå si ripete
Per quanto riguarda le competizioni per club, l'infortunio ai legamenti crociati patito dalla Ljungberg a gennaio sembrava aver tolto all'Umeå IK tutte le speranze di confermare il titolo di vincitrice della Coppa UEFA femminile. Invece le svedesi, trascinate dalla giovanissima brasiliana Marta, hanno eliminato il Brøndby IF in semifinale, per poi riconquistare il trofeo superando gli antichi rivali dell'1. FFC Frankfurt in finale. L'Umeå si è imposta 3-0 in casa, con doppietta di Marta, e addirittura 5-0 in Germania, assicurandosi il trofeo per il secondo anno consecutivo.

Cambio al vertice
Ciononostante, né l'Umeå né il Frankfurt disputeranno la finale dell'edizione 2004/05. Le tedesche hanno ceduto il titolo nazionale all'1. FFC Turbine Potsdam, che affronterà l'SK Trondheims-Ørn nella prima semifinale del torneo europeo, mentre la difesa del trofeo da parte delle svedesi è terminata contro la stessa squadra che le aveva battute nella corsa al titolo svedese nel 2003 e nel 2004, il Djurgården/Älvsjö, che affronterà Arsenal LFC nell'altra semifinale europea.

Successo spagnolo
I valori in campo sono cambiati anche per quanto riguarda i Campionati Europei UEFA femminili Under 19, disputatisi in Finlandia. La Germania ha messo a segno addirittura 23 reti nel torneo, ma è stata sconfitta per 2-1 in finale dalla Spagna, per la prima volta vincitrice del torneo, che nella fase a gironi aveva perso 7-0 proprio contro le tedesche.

Rivincita tedesca
La Germania si è comunque rifatta nella Coppa del Mondo FIFA Under 19, che si è giocata in Tailandia. Spagna e Italia sono state eliminate nella fase a gironi, mentre la Russia ha perso contro il Brasile nei quarti. Le tedesche invece hanno superato la Nigeria ai calci di rigore nei quarti, gli Stati Uniti campioni in carica in semifinale (3-1) e infine hanno battuto per 2-0 la Cina in finale.

In alto