Le magnifiche otto verso i quarti di finale

A un mese dall'inizio dei quarti di finale, Francoforte e Wolfsburg hanno premiato i loro allenatori con nuovi contratti, mentre Lione e Paris Saint-Germain non sono andate oltre il pareggio nei rispettivi campionati.

Dzsenifer Marozsán ha segnato per il Frankfurt il gol della vittoria allo scadere in casa del Potsdam
Dzsenifer Marozsán ha segnato per il Frankfurt il gol della vittoria allo scadere in casa del Potsdam ©UEFA.com

Verso la finale

Quarti di finale (23/24 e 30/31 marzo)
Wolfsburg (GER) - Brescia (ITA)
francoforte (GER, detentori) - Rosengård (SWE)
Lione (FRA) - Slavia Praga (CZE)
Barcellona (ESP) - Paris Saint-Germain (FRA)

 Semifinali (23/24 aprile e 30 aprile/1 maggio)
1
Lione o Slavia - Barcellona o Paris
2
Wolfsburg o Brescia - Francoforte o Rosengård

Finale (26 maggio, Stadio Città del Tricolore, Reggio Emilia)
Vincennte semifinale 2 - vincente semifinale 1

Germania: Wolfsburg, Francoforte
Ralf Kellermann del Wolfsburg ha accettato il prolungamento del contratto fino al 2019 con la speranza di diventare il primo tecnico a vincere tre Champions League femminili dopo i successi con i Lupi nel 2013 e 2014. Matt Ross del Frankfurt invece è stato confermato sulla panchina fino al termine della prossima stagione dopo aver preso momentaneamente il posto di Colin Bell a dicembre.

Il Francoforte ha ricominciato dalla pausa invernale con una vittoria per 4-1 in casa dell'Hoffenheim prima di imporsi per 4-3 sul Turbine Potsdam grazie alla rete allo scadere di Dzsenifer Marozsán. Il Francoforte è adesso al secondo posto a due punti dal Wolfsburg al terzo, ma a dieci lunghezze dalla capolista Bayern München ancora imbattuta dopo il pareggio per 1-1 proprio con il Wolfsburg. Prima del pari con la capolista, il Wolfsburg si era imposto per 3-0 sul Werden Brema.

Francia: Lione, Paris
Prima del pareggio per 0-0 del 5 febbraio in casa del Paris, il Lione aveva vinto tre gare di fila. Dopo quella sfida, il Lyon si è qualificato ai quarti di Coppa di Francia vincendo 12-0 in casa dell'Orvault e in campionato si è imposto per 3-0 in trasferta col St-Étienne. Per Ada Hegerberg le reti in campionato adesso sono 26 in 16 partite. Il Lyon ha da poco acquistato il difensore Line Røddik, ma la danese non può essere schierata in Europa perché ha già giocato nella competizione in questa stagione col Rosengård.

La brasiliana Rosana, un tempo al Lyon, oggi al Paris
La brasiliana Rosana, un tempo al Lyon, oggi al Paris©Getty Images

Anche il Paris ha vinto tutte le gare del 2016 ad eccezione di quella col Lyon - tra cui il 2-1 in casa del Montpellier che li ha portati al secondo posto, e il 2-0 di coppa sul Juvisy. Anche in squadra ci sono stati dei cambiamenti: tra le cessioni, Lindsey Horan è passata al Portland Thorns, mentre Kosovare Asllani al Manchester City; tra gli acquisti l'esperta esterna brasiliana Rosana, un tempo al Lione, fino al termine della stagione.

Italia: Brescia
Il Brescia sta dimostrando di essere in gran forma nel 2016 grazie alle sei vittorie e un pareggio che l'hanno rilanciata al primo posto in campionato insieme al Mozzanica. Tra le vittorie decisive, quella per 4-2 in casa del Verona e quella per 4-1 di sabato sul campo della Fiorentina che hanno lasciato i rispettivi avversari a quattro e cinque punti dal primo posto. Le due capoliste si affronteranno il 12 marzo, nel prossimo turno di campionato.

Spagna: Barcellona
Il Barcellona non ha ancora subito un gol nel 2016 dopo quattro vittorie e un pareggio ed è ancora imbattuto in campionato. La loro difesa è stata violata appena tre volte in 12 partite, compresa la gara degli ottavi di UEFA Women's Champions League, vinta per 1-0 sul Twente. In campionato le catalane sono a quattro punti dalla capolista Athletic Club ancora imbattuto, che affronteranno sabato. L'unico pareggio del 2016 è stato uno 0-0 in casa dell'Atlético Madrid che ha blindato il secondo posto dopo che la squadra della capitale era stata sconfitta la settimana prima per 3-0 dall'Athletic.

Repubblica Ceca: Slavia
Capolista a pari punti con lo Slavia Praga prima della pausa invernale iniziata a novembre, lo Slavia si è mantenuto in allenamento in vista dei quarti di finale andando in ritiro alle Isole Canarie. Il 13 febbraio lo Slavia è tornato a disputare una gara ufficiale, battendo 9-1 in trasferta il Brno in Coppa della Repubblica Ceca. Le ceche hanno poi conquistato la finale battendo sabato in casa lo Slovácko per 3-1. La finale del 21 maggio sarà a quarta di fila per lo Slavia che tuttavia ha perso due delle tre precedenti contro lo Sparta ai rigori.

Svezia: Rosengård
Il Rosengård comincerà il 16 aprile la corsa per il quarto titolo svedese consecutivo, ovvero una settimana prima della possibile semifinale europea. Tra le note positive il ritorno di Marta dall'infortunio, e il rientro in forma del neo acquisto Gaëlle Enganamuit e di Nataša Andonova, mentre tra quelle negative le indisponibilità di Amanda Ilestedt (schiena), Sofie Junge Pedersen (trauma alla testa) e Ali Riley (piede).

In alto