'Amarezza' Paris per Delannoy e Krahn

Sabrina Delannoy pensa che al Paris Saint-Germain sia mancata lucidità nella finale persa 2-1 contro il Francoforte, e Annike Krahn ha parlato di "amarezza".

©Sportsfile

Sabrina Delannoy pensa che al Paris Saint-Germain sia mancata lucidità nella finale persa 2-1 contro il Francoforte
Il capitano parla a UEFA.com dopo la sconfitta: "Il Francoforte ha giocato meglio di noi oggi"
Annike Krahn parla di un inizio lento del Paris e ammette "l'amarezza" per il gol nel finale

Sabrina Delannoy, difensore Paris
Penso ci sia mancata lucidità, erano più lucide di noi in attacco. Noi siamo riuscite a pareggiare, ma poi la gara è stata decisa dai dettagli ed è andata bene a loro. Avremmo potuto segnare la nostra ultima occasione, ma il destino non ci è stato favorevole questa sera.

Penso che abbiamo provato a fare tutto quello che potevamo. Abbiamo provato a metterle in difficoltà, ma il Francoforte è stato più forte di noi oggi, e noi dobbiamo imparare da questa sconfitta per migliorare per la prossima stagione. E' stata la prima volta per noi, speriamo che il prossimo sia l'anno del Paris Saint Germain.

Annike Krahn, difensore Paris
Abbiamo segnato un gol meno di loro. Ma loro hanno avuto più occasioni, quindi dobbiamo fare i complimenti al Francoforte per aver vinto la Champions League. Ma è amaro subire un gol così nel finale.

Forse dobbiamo chiedere individualmente a ogni giocatrice come mai il Paris sia partito piano. Non penso che abbiamo una risposta, me lo chiedo anche io. Penso che nel primo tempo, dopo che abbiamo subito gol, siamo comunque state capaci di pareggiare. Ma abbiamo giocato bene verso la fine del primo tempo. Non bisogna concedere un gol nel finale, ma noi lo abbiamo pereso. Il Francoforte ha avuto più occasioni, ma è triste non essere riuscite a dimostrare cosa sappiamo fare.

 

In alto