UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Women's Champions League: tutte le squadre confermate della fase a gironi

Le 16 contendenti hanno inviato le proprie liste - scopri chi puoi vedere in campo da martedì nella fase a gironi.

Chelsea's all-star attack will aim to reach another final
Chelsea's all-star attack will aim to reach another final Chelsea FC via Getty Images

Le 16 contendenti della fase a gironi di UEFA Women's Champions League hanno confermato le proprie squadre alla scadenza della registrazione fissata per il 30 settembre.

Tutte le partite della fase a gironi


Clicca su ogni squadra per vedere tutti i dettagli
.

Gruppo A

Chelsea
Juventus
Servette
Wolfsburg 

Gruppo B

Breidablik 
Paris Saint-Germain 
Real Madrid 
WFC Kharkiv 

Le contendenti della fase a gironi di Women's Champions League
Le contendenti della fase a gironi di Women's Champions League

Gruppo C 

Arsenal
Barcelona
HB Køge 
Hoffenheim

Gruppo D
Bayern München
Benfica
Häcken
Lyon 

Come funzionano le liste

Ogni squadra ha due liste dove iscrivere le giocatrici: Lista A e Lista B

Lista A

Nessun club può avere più di 25 giocatrici nella Lista A durante la stagione, almeno due delle quali portieri.

Le calciatrici che hanno compiuto almeno 16 anni entro la fine dell'anno solare in cui si gioca la partita, sono idonee a giocare.

Lista B

Una giocatrice può essere inserita in Lista B se è nata dal 1° gennaio 2000 in poi e ha avuto l'idoneità a giocare per la squadra in questione per un periodo ininterrotto di due anni a partire dal suo 15° compleanno al momento della registrazione presso la UEFA, o per un totale di tre anni consecutivi con un massimo di un periodo di prestito a una squadra della stessa federazione per un periodo non superiore a un anno. Le calciatrici di 16 anni possono essere iscritte nella Lista B se sono state registrate con il club partecipante per i due anni precedenti senza interruzione.

I club possono inserire un numero illimitato di giocatrici in Lista B durante la stagione, ma la lista deve essere consegnata entro le ore 24:00 della vigilia di ogni partita. Ogni club deve inserire almeno tre portieri tra Lista A e Lista B.

Ascolta il nuovo inno della Women’s Champions League
Ascolta il nuovo inno della Women’s Champions League

La spiegazione che segue è solo a titolo informativo ed è una versione semplificata del regolamento ufficiale completo della competizione.

Una squadra può modificare la Lista A durante la fase a gironi?

In generale, no. Tuttavia ci sono delle eccezioni:

  • Se una squadra non può contare sui servizi di almeno due portieri registrati nella Lista A, a causa di infortuni a lungo termine o malattia, il club in questione può temporaneamente sostituire il portiere e registrarne uno nuovo in qualsiasi momento della stagione, e completare la registrazione ufficiale nella Lista A con un portiere pronto a essere schierato. Un infortunio o una malattia viene considerata a lungo termine se dura almeno 30 giorni dal giorno esatto dell’infortunio o della malattia. Se il recupero del portiere avviene prima dei 30 giorni, il giocatore deve rimanere fuori dalla Lista A fino al termine del periodo in questione. La società deve fornire alla UEFA i necessari certificati medici in una delle lingue ufficiali. La UEFA può richiedere ulteriori accertamenti clinici del portiere attraverso uno specialista nominato dalla UEFA a spese del club. Una volta che il portiere infortunato o malato ha recuperato e può essere nuovamente schierato, può riprendere la sua posizione al posto del sostituto scelto. Il rientro del portiere originale deve essere comunicato all’amministrazione UEFA 24 ore prima della partita successiva in cui il portiere originale deve giocare.
    • In qualsiasi momento della stagione, la società può sostituire temporaneamente una calciatrice incinta che ha deciso di continuare a lavorare col club in modo alternativo in linea con il Regolamento FIFA sullo status e il trasferimento dei giocatori, o una giocatrice incinta che non è in grado di continuare a garantire un impiego sportivo alla sua società, né di continuare a lavorare col club in modo alternativo, a causa di motivi di salute attribuibili alla gravidanza, o una giocatrice che ha preso un congedo di maternità. Al termine del suo congedo di maternità, una calciatrice può riprendere il suo posto nella lista A ufficiale al posto della sua sostituta designata.

    I club possono cambiare la propria Lista A dopo la fase a gironi?

    Sì. Prima dei quarti di finale, le squadre possono registrare un massimo di tre nuove calciatrici idonee per le partite rimanenti entro e non oltre le 24:00 CET del 17 marzo. Queste tre calciatrici possono anche aver giocato per un altro club in un turno precedente, compresa la fase a gironi. Resta in vigore il limite di 25 calciatrici per la Lista A.