Casiraghi: Ora diventa più difficile

Il tecnico dell’Italia sincero dopo l’1-1 di Mantova contro la Bosnia-Erzegovina: “Ci manca un po’ di qualità in mezzo al campo e in fase di finalizzazione”.

©Getty Images

E’ il ritratto del disappunto, Pierluigi Casiraghi. Il pareggio a Mantova contro la Bosnia Erzegovina complica e non di poco il cammino qualificazione ai Campionati Europei UEFA Under 21 della sua Italia, già sconfitta all’esordio dal Galles.

Due facce
“Abbiamo fatto una partita a due facce: nel primo tempo non siamo andati bene, nel secondo meglio”, spiega l’allenatore a caldo nel dopo partita, “Al primo tiro abbiamo subito gol, in superiorità numerica, e abbiamo pagato caro l’errore. E’ stata una partita difficile, spazi ce ne erano pochi. Ora diventa ancora più difficili arrivare primi”.

Qualità
Sull’impegno, Casiraghi non ha appunti da muovere. “Sono contento lo stesso”, spiega, “abbiamo cercato di vincere fino alla fine: in questo momento possiamo dare quello che abbiamo dato oggi. Dell’impegno non posso dire niente, ci manca un po’ di qualità in mezzo al campo e in fase di finalizzazione”.

Vincerle tutte
Deluso anche Guido Marilungo, malgrado il primo gol nelle qualificazioni agli Europei di categoria. “Potevo far meglio anch’io”, fa autocritica l’attaccante, in forza all'US Lecce ma di proprietà dell’UC Sampdoria, “Abbiamo trovato pochi spazi ed era difficile tornare in vantaggio. Ora per qualificarci siamo costretti a vincerle tutte”.

In alto