Italia, pari con la Bosnia-Erzegovina

Italia-Bosnia Erezgovina 1-1 A Mantova gli Azzurrini vanno subito in vantaggio con Marilungo, ma gli ospiti pareggiano con Corić: il cammino qualificazione si complica ulteriormente.

Mario Balottelli contrastato
Mario Balottelli contrastato ©Getty Images

Si complica ancora il cammino dell’Italia nella qualificazione ai Campionati Europei UEFA Under 21. A Mantova, gli Azzurrini non vanno oltre l’1-1 contro la Bosnia-Erzegovina: al gol di Guido Marilungo dopo otto minuti risponde Josip Corić alla mezzora.

Discesa
L’incontro allo stadio Martelli si era messo subito in discesa per gli uomini di Pierluigi Casiraghi, che non sono però riusciti a difendere il vantaggio e, dopo aver subito il pareggio, non hanno trovato il guizzo vincente malgrado l’inserimento di Federico Macheda. Con 4 punti in tre partite, l’Italia aggancia il Lussemburgo ma resta dietro all'Ungheria e lontanissima dal Galles, in testa al gruppo 3 con 15 punti in cinque gare. Agli spareggi accedono le prime classificate dei diecii raggruppamenti e le quattro migliori seconde.

Due novità
Casiraghi presenta due novità rispetto alle previsioni della vigilia. In difesa Giuseppe Bellusci è preferito a Davide Brivio, con Lorenzo De Silvestri dirottato sulla sinistra, mentre a centrocampo gioca Ivan Castiglia e non Luca Marrone. In attacco confermato il tridente formato da Marilungo, Alberto Paloschi e Mario Balotelli. Il tecnico serbo Branimir Tulić opta per un 4-1-4-1 con Emil Miljković terminale offensivo.

Azione targata Samp
La prima occasione della partita è per gli ospiti, con Andrea Seculin costretto a respingere con i pugni la punizione da posizione defilata di Goran Galešić. Poi ci prova Balotelli, ma la mira dell’interista è alta. All'8’ l’Italia va in vantaggio, con un’azione tutta targata UC Sampdoria: Andrea Poli, servito da “Supermario”, inventa un assist per Marilungo - in forza all'US Lecce ma di proprietà dei Doriani - sul cui piatto destro il portiere Ibrahim Šehić non trattiene.

Pareggio
Gli Azzurrini commettono l'errore di arretrare il baricentro e al 30' arriva il pareggio della Bosnia. Galešić penetra centralmente e imbecca Corić, che mette a sedere Andrea Ranocchia con una finta e trova l’angolino con un bel destro a giro. Seculin è costretto poi a smanacciare un tiro-cross di Muhammed Subašić, prima dell'intervallo Ranocchia prova a riscattarsi con un colpo di testa su punizione di Balotelli ma la traiettoria è centrale e il portiere avversario blocca.

Pallonetto
Nella ripresa Marilungo cerca il gran gol con un pallonetto dal limite, ma Šehić si salva con un ottimo colpo di reni. Entrano Marrone, all’esordio in nazionale Under 21, al posto di Castiglia e soprattutto Macheda che rileva l’autore del gol Marilungo. Ma il talentino del Manchester United FC non si rende quasi mai pericoloso.

Punto importantissimo
La difesa bosniaca si salva su un assist in spaccata di Paloschi per Balotelli; poi Obinze Angelo Ogbonna, di testa su corner di Balotelli, costringe a un miracolo il portiere avversario. C’è una chance per un altro nuovo entrato, Cristian Pasquato, che però pecca di egoismo; nel finale è Balotelli ad andare vicino al gol su punizione, prima del triplice fischio. La Bosnia, alle corde per tutto il secondo tempo, porta via un punto - il primo nel Gruppo 3 - importantissimo.

In alto