EURO Under 21 2019: chi è qualificato e chi è in corsa?

Restano appena due turni di qualificazione - qual è la situazione dei gironi in vista di EURO U21 della prossima estate?

La Francia festeggia la qualificazione alla fase finale
La Francia festeggia la qualificazione alla fase finale ©Getty Images

Ad appena due giornate dal termine, diamo un'occhiata alla situazione dei gironi di qualificazione per i Campionati Europei UEFA Under 21 che si giocheranno in Italia e San Marino.

QUALIFICATE: Italia (nazione ospitante), Spagna, Francia

Non dimenticate che il torneo della prossima estate sarà il secondo col nuovo formato a 12 squadre. Le nove vincenti dei gironi di qualificazione raggiungeranno i co-organizzatori dell'Italia nella fase finale, mentre le quattro migliori seconde (ovvero quelle con i risultati migliori contro la prima, terza, quarta e quinta del proprio girone) andranno agli spareggi che si giocheranno tra andata e ritorno dal 12 al 20 novembre. Le vincenti degli spareggi completeranno la griglia di partenza per la fase finale.

LE CLASSIFICHE DEI GIRONI

GRUPPO 1

A due partite dalla fine, la Grecia ha tre punti di vantaggio sul secondo posto. Ciò significa che la sfida del 12 ottobre a Pula contro la Croazia, seconda nel girone, sarà uno scontro diretto per il primo posto.

11/10: Bielorussia - Repubblica Ceca
12/10: Croazia - Grecia
15/10: San Marino - Croazia, Repubblica Ceca - Moldavia, Grecia - Bielorussia

GRUPPO 2

Mikel Oyarzabal decisivo per la qualificazione della Spagna
Mikel Oyarzabal decisivo per la qualificazione della Spagna©Getty Images

La Spagna si è qualificata con tre turni d'anticipo ma poi ha perso con l'Irlanda del Nord che è una delle tre squadre (insieme a Slovacchia e Islanda) a potere ancora arrivare seconda.

11/10: Islanda - Irlanda del Nord, Albania - Spagna
12/10: Slovacchia - Estonia
16/10: Irlanda del Nord - Slovacchia, Islanda - Spagna, Estonia - Albania

GRUPPO 3

È una bella sfida quella tra Danimarca e Polonia per il primo posto. I danesi sono un punto avanti ma i loro rivali diretti devono ancora giocare ad Aalborg.

12/10: Finlandia - Georgia, Danimarca - Polonia, Isole Faroe - Lituania
16/10: Finlandia - Lituania, Polonia - Georgia, Danimarca - Isole Faroe

GRUPPO 4

Con sei punti di vantaggio su Scozia e Ucraina, la capolista Inghilterra è a un passo dalla qualificazione matematica. Anche l'Olanda è nel calderone delle seconde.

11/10: Inghilterra - Andorra
12/10: Lettonia - Olanda, Ucraina - Scozia
16/10: Scozia - Inghilterra, Olanda - Ucraina, Andorra - Lettonia

GRUPPO 5

La Germania è vicina alla qualificazione
La Germania è vicina alla qualificazione©Getty Images

I campioni in carica della Germania sono vicini alla qualificazione per difendere il titolo. I tedeschi hanno cinque punti di vantaggio su Norvegia e Repubblica d'Irlanda ma devono ancora affrontare entrambe.

11/10: Israele - Repbblica d'Irlanda
12/10: Germania - Norvegia
16/10: Israele - Kosovo, Norvegia - Azerbaijan, Germania - Repubblica d'Irlanda

GRUPPO 6

Il Belgio è in vantaggio ma la sfida del 16 ottobre a Kalma promette scintille. La capolista del girone volerà in Svezia con la consapevolezza che un pareggio sarebbe sufficiente in virtù dei tre punti di vantaggio; con una sconfitta, tuttavia, i campioni del 2015 della Svezia chiuderebbero al primo posto grazie agli scontri diretti. Le due squadre l'anno scorso hanno pareggiato 1-1 a Louvain.

12/10: Malta - Ungheria
16/10: Ungheria - Turchia, Malta - Cipro, Svezia - Belgio

GRUPPO 7

La Serbia ha sei punti di vantaggio sull'Austria avendo vinto tutte e otto le partite. Ciò significa che pareggiando le ultime due partite - o in caso gli inseguitori perdessero punti - volerebbe alla fase finale. Le prime due del girone si affronteranno a Novi Sad il 12 ottobre, con la Serbia che aveva vinto 3-1 nell'andata dell'anno scorso. La Russia è a due punti dall'Austria.

12/10: Russia - ERJ Macedonia, Serbia - Austria
16/10: Austria - Russia, Serbia - Armenia, ERJ Macedonia - Gibilterra

GRUPPO 8

La Bosnia-Erzegovina è ancora in corsa
La Bosnia-Erzegovina è ancora in corsa©Fedja Krvavac

Forse il girone più combattuto. Romania e Bosnia-Erzegovina sono entrambe a 18 punti, sebbene quest'ultima abbia una sola partita da giocare (contro il Portogallo che ha invece 16 punti). La Romania è l'unica delle tre ad avere il destino nelle proprie mani.

11/10: Liechtenstein v Portogallo
12/10: Romania - Galles
16/10: Galles - Svizzera, Portogallo - Bosnia-Erzegovina, Romania - Liechtenstein

GRUPPO 9

La Francia è ampiamente qualificata mentre Slovenia e Bulgaria sono le uniche del girone che possono ancora arrivare seconde.

12/10: Slovenia - Bulgaria, Montenegro - Lussemburgo
16/10: Montenegro - Kazakistan, Francia - Slovenia, Lussemburgo - Bulgaria

In alto