Italia, riscatto contro l'Albania

Dopo la sconfitta contro la Slovacchia, gli Azzurrini di Di Biagio si riscattano e vincono 3-1 l'amichevole di Cagliari: la sfida si decide nei rocamboleschi minuti di recupero, segnano Dimarco, Murgia e Parigini.

©Getty Images

L’Italia Under 21 torna alla vittoria e si riscatta dal ko contro la Slovacchia. A Cagliari, nell’amichevole contro i pari età dell’Albania, gli Azzurrini di Luigi Di Biagio hanno la meglio 3-1, in una sfida caratterizzata dal finale convulso: Giacomo Vrioni risponde a Federico Dimarco, ma la Sardegna Arena fa festa per i gol di Alessandro Murgia e Vittorio Parigini.

Rispetto alla sfida di Dunajska, Di Biagio decide sei avvicendamenti, confermando soltanto Emil Audero, Gianluca Mancini, Manuel Locatelli, Rolando Mandragora e Patrick Cutrone e schierandosi con il 4-3-3. L’Albania, battuta con un secco 3-0 dalla Spagna e penultima nel girone di qualificazione all’Europeo [che si giocherà proprio in Italia e a San Marino], schiera dall’inizio i tre “italiani” Shaqir Tafa, Vrioni e Marash Kumbulla.

Gli Azzurrini partono aggressivi, ma a Cutrone nei minuti iniziali manca la mira dei giorni migliori, complici gli interventi di Gentian Selmani. La supremazia si concretizza comunque al 27’ per merito di Dimarco, che fa centro con un sinistro all’angolino sull’assist di Luca Vido.

Per il difensore del Parma è il primo centro con la nazionale Under 21, ma la squadra di casa non è sazia e continua ad attaccare. L’unico brivido lo crea Taulan Sulejmanov, ma Audero è attento sulla sua conclusione. Di Biagio, però, perde per infortunio Cutrone, sostituito da Alberto Cerri, acquistato in estate proprio dal Cagliari.

La ripresa si apre con una chance per l’Albania: la punizione di Kristal Abazaj, deviata dalla barriera, si infrange sul palo della porta difesa da Audero. Entrano Davide Calabria e Murgia, al posto di Fabio Depaoli e Locatelli, poi Parigini e Filippo Romagna rilevano Mancini e Riccardo Orsolini.

Nei minuti di recupero, succede praticamente di tutto. Al 91’ Abazaj colpisce l’incrocio dei pali con un pallonetto, sulla respinta il più lesto è Vrioni - un passato nelle nazionali giovanili Azzurre - che di sinistro batte Audero. Il pareggio sembra il risultato finale dell’amichevole, ma l’Italia non ci sta.

Murgia firma infatti il 2-1, il suo primo gol in Under 21, con un sinistro da terra dopo aver tentato invano una rovesciata. Poi fa centro anche Parigini, in diagonale sul lancio di Mandragora.

“È sempre piacevole portare a casa la vittoria – il commento di Di Biagio – ma la cosa che guardavo di più era il gioco. Abbiamo fatto leggermente meglio rispetto alla partita con la Slovacchia, ma siamo ancora indietro. Dobbiamo alzare il ritmo e dare continuità all'azione”.

In alto