Di Biagio e gli Azzurrini a testa alta

Nonostante la sconfitta contro la Spagna, Luigi Di Biagio alza la testa e applaude i suoi ragazzi: "Bravi a tutti. C'è dispiacere ma siamo arrivati tra le prime quattro squadre d'Europa".

©Getty Images

Luigi Di Biagio, Ct Italia
Posso dire che siamo stati la squadra migliore nel primo tempo. A inizio ripresa abbiamo tenuto il controllo, poi Chiaramente il cartellino rosso ha avuto un impatto decisivo sulla gara e loro hanno alzato il ritmo. Sappiamo bene che la Spagna è una grande squadra. Volevamo arrivare fino in fondo e siamo stati eliminati da una squadra forte.

Devo ringraziare i miei giocatori perchè hanno lottato fino alla fine. Prima di questo Europeo, l'obiettivo era quello di arrivare in finale, ma siamo tra le prime quattro squadre e per questo ritengo che sia un ottimo risultato. Vincere il campionato Europeo sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Oggi abbiamo pareggiato in dieci uomini e, nonostante le difficoltà, siamo andati avanti.

Il momento più bello del torneo? La vittoria contro la Germania. Anche oggi, in dieci, ci abbiamo provato e segnato il gol del pari. Questo è stato un altro momento significativo, io ci ho creduto fino alla fine. Saúl Ñiguez è un calciatore con 20 o 30 partite di UEFA Champions League a suo nome e giocare a livello internazionale sicuramente fa la differenza.

Albert Celades, Ct Spagna: 
E' stata una gara sicuramente complicata contro un avversario tosto, uno dei più forti. Ci sono stati momenti in cui abbiamo giocato molto bene, altri meno. Mi ritengo soddisfatto della prestazione dei giocatori e di quella del gruppo. I ragazzi vogliono combattere fino alla fine e la cosa migliore che questa squadra ha è la squadra stessa. La più grande forza che hanno è il rapporto che c’è tra di loro. Sono una vera squadra. Saúl sta giocando davvero bene e in questa posizione sembra più a suo agio. Ha enormi qualità che chiunque segue il calcio spagnolo conosce. La fame e la voglia che mostra ogni volta che si unisce a noi è un vero piacere per gli occhi.

Davide Calabria, difensore Italia
L'Italia ha giocato una grande gara. La Spagna ha calciatori molto forti ma siamo stati all'altezza e, fino all'espulsione, pari a loro. Chiaramente in dieci contro undici sono cambiate le cose: abbiamo accusato stanchezza ed è venuta fuori la loro qualità . Non è andata come speravamo ma usciamo sicuramente a testa alta dal torneo. Sicuramente  dispiace sia per noi che per i tifosi ma è andata così. Credo che ci sono tanti giocatori forti della nostra squadra che avranno un futuro luminoso. 

Marcos Llorente, centrocampista Spagna
Abbiamo raggiunto l'obiettivo che ci eravamo posti all'inizio di questa competizione. Ora testa alla finale. È stato un primo tempo molto difficile. Eravamo 0-0 all’intervallo e il tecnico ha detto alcune cose, così come i giocatori: abbiamo cambiato un pò il nostro approccio e questo ci ha aiutato a vincere. Saúl è stato fondamentale, ha segnato tre grandi gol: sappiamo tutti che è un giocatore importante per la nostra squadra e speriamo che giocherà un'altra grande partita in finale.

In alto