Di Biagio: "Siamo una grande squadra"

"Siamo forse la nazionale più forte degli ultimi 20 anni, ma non basta", ha dichiarato il Ct Luigi Di Biagio a una settimana dall'inizio di UEFA EURO 2017.

©Getty Images

Era da tanti anni che non si vedeva un'Italia Under 21 così forte, quantomeno sulla carta. Il potenziale e lo spessore tecnico degli Azzurrini fa ben sperare il Ct Luigi Di Biagio, che sogna di vincere il sesto Europeo U21 della storia. Ma non sarà certamente un'impresa facile... 

Roberto Gagliardini
Roberto Gagliardini©Getty Images

"Siamo una grande squadra, forse la nazionale più forte degli ultimi 20 anni in tutti i reparti - ha spiegato Di Biagio -, ma questo non basta. In Polonia ci sarà da soffrire. Quello che chiedo ai ragazzi è dare il massimo, solo così si può andare fino in fondo nella competizione, al di là dei nomi e del blasone".

"Ho spiegato loro che ci sarà da faticare e che solo dando il 100% possiamo andare sino in fondo, sono convinto che avranno le motivazioni giuste. Sono sempre stato fiducioso, anche nei momenti in cui eravamo più in difficoltà, figuriamoci oggi che siamo una grandissima squadra".

Il primo ostacolo sulla strada degli Azzurrini la Danimarca, avversaria affrontata già lo scorso 14 novembre a Bergamo: "Sarà una sorta di ottavo di finale, un match da dentro o fuori. Non dobbiamo commettere errori perché passano il turno solo le prime dei gironi e la migliore seconda".

Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma©Getty Images

"Qualche mese fa avevamo faticato con loro [0-0], ma abbiamo avuto diverse chance per segnare. Ci metterei la firma ad avere sempre tutte queste occasioni. L’importante è arrivare davanti alla porta, poi magari arriverà la partita in cui riusciremo a fare due gol con i primi tre tiri".

Il tecnico è infine tornato sulle 23 scelte definitive per UEFA EURO 2017: "Avevo 30 giocatori che sarebbero potuti venire in Polonia. Ho dovuto fare delle scelte dolorose perché ho dovuto lasciare a casa ragazzi che hanno dato tanto in questo biennio, ma è quello che richiede il mio ruolo. La voglia e la determinazione l’hanno messa tutti, l’allenatore deve vedere tante sfumature che da fuori non si vedono".

In alto