Nyland e Johansen tra delusione e orgoglio

I giocatori della Norvegia sono certi di poter tornare a casa a testa alta dopo l'ottimo Europeo disputato, da Orjan Nyland e Stefan Johansen anche i complimenti per una grande Spagna.

Grande prestazione per Orjan Nyland, ma non basta
Grande prestazione per Orjan Nyland, ma non basta ©UEFA.com

Orjan Nyland, portiere Norvegia
Dobbiamo essere orgogliosi di come abbiamo giocato in Israele. La medaglia di bronzo va bene, non possiamo essere delusi. Avevamo già affrontato questa Spagna e ci aveva segnato cinque gol, sapevamo cosa ci saremmo trovati davanti.

Abbiamo resistito per quasi un tempo, è stata dura subire gol proprio allo scadere. Nel secondo tempo siamo stati grandi  – ci abbiamo provato, abbiamo avuto due o tre buone occasioni ma non era la nostra giornata.

Sono felice per le parate nel primo tempo, ma sono più felice perché siamo arrivati fino alla semifinale.

Stefan Johansen, centrocampista Norvegia
Abbiamo perso contro una squadra più forte, mi congratulo con la Spagna, è una squadra fantastica. E’ stata dura, per come fanno girare il pallone e perché hanno dei giocatori davvero fantastici. Nel primo tempo non ci hanno permesso di giocare, ma dobbiamo essere orgogliosi per quanto fatto nella ripresa

Non si poteva correre dietro al pallone per 90 minuti, quindi nella ripresa abbiamo preso di più l’iniziativa. Il secondo tempo, da questo dobbiamo ripartire. La piccolo Norvegia è terza in Europa, dobbiamo esserne orgogliosi.

Marcus Pedersen, attaccante Norvegia
Mi sento sia bene che male in questo momento, abbiamo perso  3-0 ma contro una delle squadre più forti al mondo a questi livelli, quindi è OK. Il primo tempo è stato difficile, correvamo solo dietro al pallone. Nel secondo abbiamo giocato molto meglio e abbiamo creato delle occasioni , siamo stati sfortunati a non segnare.

Però siamo tra le migliori quattro squadre d’Europa e me ne torno in Norvegia carico di orgoglio.

In alto