Rassegna stampa Under 21

Archiviata la fase a gironi, UEFA.com passa in rassegna i commenti della stampa nazionale delle otto squadre al via del torneo.

David de Gea
David de Gea ©Sportsfile

La fase a gironi del Campionato Europeo Under 21 UEFA 2013 è giunta al termine e con quattro squadre eliminate e altre quattro che proseguono la loro avventura, UEFA.com passa in rassegna i commenti della stampa nazionale delle otto squadre al via del torneo.

Gruppo A

Italia: Corriere della Sera

G3 V2 P1 S0 GF6 GS1

Primo posto con il brivido dell'ultima gara contro la Norvegia per l'Italia nel Gruppo A. Un gol bello e meritato di Andrea Bertolacci nei minuti di recupero ha evitato all'Italia una sconfitta che non avrebbe compromesso la qualificazione degli Azzurrini, già qualificati per la semifinale con una partita d'anticipo. Tuttavia, la sconfitta sarebbe stata immeritata alla luce della tante occasioni da rete fallite dalla squadra di Devis Mangia. L'Italia dovrà essere più cinica sotto porta in semifinale.

Norvegia: Aftenposten

G3 V1 P2 S0 GF6 GS4

L'1-1 è un punteggio finale inverosimile. La Norvegia non aveva creato quasi nulla fino al rigore trasformato da Stefan Strandberg. Per contro, l'Italia aveva dominato la gara per 90 minuti creando occasioni a ripetizione. Ma la Norvegia sta diventando sempre più squadra, e una caratteristica delle squadre solide è che fanno risultato anche senza giocare bene. La Norvegia si può godere l'accesso in semifinale, mentre l'Inghilterra, favorita del girone, torna a casa senza punti.

Israele: sito web One Sports 

G3 V1 P1 S1 GF3 GS6

Israele saluta con quattro punti in tre partite. Bilancio sorprendente? Deludente? Un'impresa? Resta il fatto che la squadra è fuori ma chiude al quinto posto, davanti a Germania, Inghilterra e Russia. Era difficile prevedere come si sarebbero comportati i ragazzi di Israele, ma le gare di preparazione lasciavano presagire bene. La febbre per il torneo più importante mai organizzato in Israele è andata crescendo, così come le attese intorno ai nostri ragazzi.

Inghilterra: The Daily Telegraph
G3 V0 P0 S3 GF1 GS5

I Giovani Leoni erano arrivati al quarto torneo consecutivo sulla scia di nove vittorie di fila, senza concedere neppure un gol. [Dopo le sconfitte contro Italia e Norvegia] salvare l'onore era l'unico obiettivo in vista dell'ultima sfida del Gruppo A contro Israele, e invece le cose sono ulteriormente peggiorate, con i padroni di casa vittoriosi 1-0 grazie al gol di Ofir Krieff. L'Inghilterra torna a casa a testa bassa e senza punti, in un girone sulla carta abbordabile. Certamente non ha aiutato l'indisponibilità nell'ultima settimana di elementi quali Alex Oxlade-Chamberlain, Phil Jones e Danny Welbeck.

Gruppo B
Spagna: El País

G3 V3 P0 S0 GF5 GS0

Ci sono squadre che è un piacere vedere giocare. Una gioia per gli occhi per come interpretano il calcio e per la fluidità della manovra. E' il caso della squadra che ieri ha ottenuto il primo posto nel proprio girone danzando intorno all'Olanda. La squadra di Julen Lopetegui ha dominato l'avversario, che quando ha provato a reagire si è scontrato contro David de Gea, autore di tre ottime parate. Grazie a questa vittoria la Spagna evita in semifinale l'insidia dell'Italia e se la vedrà sabato contro la Norvegia.

Olanda: De Telegraaf

G3 V2 P0 S1 GF8 GS6

Dopo la sconfitta netta, ma ininfluente, contro la Spagna, scopriremo sabato se la scelta di Cor Pot [di cambiare completamente l'undici iniziale nell'ultima partita del Gruppo B] sarà stata vincente o meno. Nella semifinale contro l'Italia si capirà se l'esperto selezionatore nazionale avrà fatto bene a dare ascolto ai consigli dello staff medico e degli specialisti raccomandati daLouis van Gaal [Ct della nazionale maggiore]. Sarà stata lo mossa che ha invertito la tendenza vincente o un capolavoro?

Germania: Sport1
G3 V1 P0 S2 GF4 GS5

La vittoria per 2-1 contro la Russia è il premio per una squadra che, tranne nel primo tempo contro l'Olanda, ha sempre dimostrato massimo impegno nel torneo. Ma la vittoria non nasconde i problemi di base messi a nudo da questo EURO. Nella migliore delle ipotesi è un campanello d'allarme che arriva al momento giusto per la federazione tedesca (DFB). Se i centrocampisti offensivi di talento non mancano, qualche carenza si nota davanti. Per avere successo a lungo termine è fondamentale avere ricambi pronti, come insegna la Spagna.

Russia: Sport-Express

G3 V0 P0 S3 GF2 GS8

Neanche l'ultima partita ha regalato una gioia, diversamente da quanto promesso da Nikolai Pisarev. L'appello a uno scatto d'orgoglio non era diretto all'avversario tedesco, ma alla squadra nazionale [nel 'Giorno della Russia']. C'è comprensione e indulgenza per i motivi che hanno condotto all'eliminazione della Russia. Altre squadre hanno più motivi per guardare al futuro con preoccupazione, ad accezione forse della Germania, dove molti giovani hanno già fatto il salto nella nazionale maggiore.



In alto