Le utime dai ritiri Under 21: mercoledì

La Spagna batte l'Olanda nel Gruppo B, la Germania saluta con una vittoria, mentre la Norvegia fa una visita a Gerusalemme. UEFA.com riassume l'ultima giornata della fase a  gironi.

L'esultanza spagnola
L'esultanza spagnola ©Getty Images

Gruppo B
Germania
I giocatori tedeschi hanno detto che passeranno una bella ultima serata in Israele dopo la vittoria per 2-1 contro la Russia a Netanya, anche se il centrocampista Sebastian Rode ha detto che "non ci sono motivi per festeggiare". L’ultima sfida del Gruppo B è stata equilibrata anche se la Russia era in dieci: "Potevamo chiudere la partita prima, sul 2-1 dovevamo fare il terzo gol. Non ci siamo riusciti e alla fine loro sono andati vicini al pari quando hanno colpito il palo”.

Rainer Adrion ha detto che farà "un breve discorso per salutare giocatori che conosce da due anni" quando tornerà all’hotel dopo la partita. La squadra volerà a Monaco domani.

Olanda
Il ko per 3-0 subito dall’Olanda contro la Spagna ha eguagliato la sconfitta più ampia mai subita in una fase finale di un Campionato Europeo UEFA Under 21 dagli arancioni. Nonostante il secondo posto nel Gruppo B, il Ct Cor Pot ha difeso la sua scelta di cambiare tutti e gli 11 i giocatori titolari rispetto alla gara precedente,  una decisione presa per risparmiare le energie dei suoi uomini migliori. 

"La Spagna ha grande esperienza e oggi la nostra non ne aveva abbastanza. Sono comunque molto felice  di aver fatto questa scelta, è stato molto importante per noi”.

Russia
Tanta delusione per la Russia dopo la terza sconfitta consecutiva nel Gruppo B, anche se tutti pensano che ci siano stati grossi miglioramenti rispetto alla sconfitta per 5-1 contro l’Olanda.

Pareggio sfiorato quando Fedor Smolov ha colpito un palo nel finale. Il Ct Nikolai Pisarev ha detto che avrebbe inserito l’attaccante prima non ci fosse stata l’espulsione di Georgi Schennikov. Qualche giocatore parte già stasera, due gruppi consistenti voleranno per Mosca domani.

Spagna
La vittoria sull’Olanda eguaglia la più ampia per gli iberici nella fase finale Under 21 e allunga la striscia di risultati utili a 24 partite. Il Ct Julen Lopetegui nega che la semifinale contro la Norvegia sarà più facile rispetto a quella potenziale contro l’Italia. "Sarà una partita dura”,  ha detto Lopetegui, che ha anche esaltato la prestazione del portiere David de Gea autore di tre grandi interventi.

Lopetegui ha cambiato sette pedine rispetto alla sfida precedente facendo anche debuttare Álvaro, che ha rimpiazzato Marc Bartra al centro della difesa. Uscito zoppicando nella ripresa Ignacio Camacho che ha lasciato Ha Moshava con del ghiaccio legato intorno alla caviglia.

Gruppo A
Inghilterra

La squadra è tornata a a casa e spera presto di lasciarsi alle spalle la deludente esperienza in Israele. L’Inghilterra inizierà il suo cammino versa la Repubblica ceca 2015 il 5 settembre contro la Moldavia.

Israele
Il Ct Guy Luzon ha voluto sottolineare che la sua squadra è andata oltre le aspettative dopo aver concluso il Gruppo A con quattro punti in tre partite, dichiarando: “Se avessi detto che avremmo pareggiato con la Norvegia, vinto contro Inghilterra e perso solo contro l’Italia nessuno nel paese ci avrebbe creduto”. Luzon inizierà la sua nuova avventura in Belgio con l’R. Standard de Liège mentre l’Under 21 israeliana inizierà la nuova fase qualificatoria il 7 settembre contro l’Azerbaigian.

Italia
Seduta defaticante e massaggi per i giocatori impegnati contro la Norvegia, allenamento serale per gli altri. L’infortunato Luca Marrone resterà con la rosa, gli è infatti arrivato il permesso della Juventus per farlo.

Norvegia
I giocatori che hanno preso parte alla sfida di martedì contro l’Italia hanno svolto una sessione mattutina di allenamento in palestra, mentre il resto della squadra ha svolto allenamento normale. Nel pomeriggio visita a Gerusalemme per lo staff e per i giocatori.

Nils Johan Semb, direttore tecnico della Federcalcio norvegese (NFF), è insieme alla squadra a  Tel Aviv e ha espresso parole di elogio su un gruppo che, dopo aver mancato la qualificazione nelle fasi finali del torneo  U17 e U19 in passato, potrebbe avere la chance di centrare di conquistare uno storico traguardo.

In alto