De Jong: 'Un segnale alle avversarie'

L'attaccante dell'Olanda è convinto che sia positivo "impaurire i prossimi avversari" con la vittoria per 5-1 contro una Russia determinata a chiudere bene il torneo, come spiega Ibragim Tsallagov.

Luuk De Jong esulta dopo il gol
Luuk De Jong esulta dopo il gol ©Getty Images

Luuk de Jong, attaccante Olanda
Ovviamente è positivo far impaurire un po’ le altre avversarie. E anche alla prossima partita contro la Spagna vogliamo far vedere cosa sappiamo fare. E’ bello vedere che anche i giocatori che entrano dalla panchina possono segnare. E’ sempre positivo per una squadra avere giocatori così in panchina.

Sì, è stata una prestazione positiva, ma dobbiamo anche guardare le cose negative che abbiamo fatto. Non abbiamo fatto solo bene. A volte abbiamo perso male il possesso palla e credo che potevamo fare meglio in quella fase. Ovviamente abbiamo vinto 5-1, ma anche perché siamo stati facilitati dalla loro espulsione. Abbiamo potuto giocare con maggiore calma, tenendo il possesso palla. Penso che abbiamo meritato di vincere.

Marco van Ginkel, centrocampista Olanda
Penso sia stata una bella partita. Nel primo tempo a volte non abbiamo giocato bene, ma nel secondo, dopo la loro espulsione, è stato tutto più facile. Adesso abbiamo sei punti, aspettiamo la partita tra Spagna e Germania e forse potremo già festeggiare la qualificazione.

Sì non ho segnato ma giocavo davanti alla difesa, ho cercato di servire gli attaccanti e ho collezionato un assist. E’ stato un bel gol quello di Luuk de Jong. Sì, dovevo controllare Dzagoev – è uno dei migliori giocatori in Russia e fermando lui, tutto diventa più difficile per loro. E’ andata bene.

Adesso abbiamo giocato due gare con questa formazione, la prossima sarà con la Spagna. Una grande squadra, vedremo.

Ibragim Tsallagov, centrocampista Russia
Nel primo tempo i nostri avversari hanno fatto meglio di noi con il pallone tra i piedi mentre entrambe le squadre hanno creato lo stesso numero di occasioni da gol. L’Olanda ha mantenuto più il possesso di palla mentre noi abbiamo provato ad attaccare sfruttando il contropiede. I nostri avversari hanno avute due opportunità da rete e ne hanno segnato una. Noi, invece, non siamo riusciti a far gol. 

L’atteggiamento è stato quello giusto. A fine primo tempo  Nikolai Nikolaevich ha detto che non c’era nulla da perdere, che avremmo dovuto dare tutto.

La Germania è una squadra molto determinata e lo ha dimostrato dopo aver recuperato l’Olanda sul 2-0. Nella ripresa hanno anche fatto meglio dell’Olanda. Quindi non sarà un avversario semplice da affrontare, ma lotteremo fino alla fine.  

Maksim Belyaev, difensore Russia
Se contro la Spagna non abbiamo creato grandi chance, contro l’Olanda siamo riusciti ad attaccare, creando numerose occasioni da rete. Se gli spagnoli dopo aver perso palla tornavano in 3-4 uomini a cercare di recuperarla, questo non accadeva all’Olanda. Poi abbiamo avuto più tempo e spazio per pensare e creare in attacco.

Penso che avremmo meritato il pareggio. Se guardiamo al primo tempo, prima dell’espulsione, non stavamo andando male, ce la giocavamo alla pari. Abbiamo avuto diverse occasioni per segnare. Il risultato non riflette quanto visto sul campo prima dell'episodio chiave [l'espulsione].  

Naturalmente è un peccato che le cose siano andate in questo modo, che abbiamo perso così. [Nikolai Nikolaevich ] ha detto che siamo ancora giovani, che siamo all’inizio, che avremo altre delusioni nel corso della carriera. Ma vorrebbe che ce ne fossero il meno possibile!

In alto