Israele aspetta trepidante l'Europeo 2013

Il paese organizzatore della fase finale dell'Europeo Under 21 fatica a trattenere l'entusiasmo a due anni e mezzo dall'appuntamento; oggi, intanto, si è svolto a Nyon il sorteggio delle qualificazioni.

©UEFA.com

Anche se mancano più di due anni all’inizio del Campionato Europeo Under 21 UEFA 2013, il paese organizzatore della fase finale, Israele, è già in fibrillazione dopo il sorteggio per la fase di qualificazione che si è svolto a Nyon, in Svizzera.

Visto l’accesso diretto alla fase finale dei padroni di casa, l'amministratore delegato della federcalcio israeliana ha partecipato al sorteggio in qualità di osservatore, senza per questo perderne in entusiasmo. "Siamo così su di giri che già essere presenti nella sala è stato come un sogno per noi – ha dichiarato Shilo a UEFA.com -. Abbiamo lavorato molto per portare la fase finale del torneo in Israele e abbiamo quasi stentato a credere ai nostri occhi quando abbiamo visto il nostro nome come paese organizzatore".

Il Comitato Esecutivo UEFA ha assegnato lo scorso 27 gennaio a Israele l’organizzazione del torneo del 2013. Per Shilo e il suo staff il ricordo è tanto fresco quanto bello. "Già in passato ci eravamo andati molto vicini, per quello eravamo molto tesi”, ha dichiarato, ripensando al momento di assegnare per la prima volta a Israele la fase finale di un torneo UEFA.

"Ero al telefono ogni cinque minuti con il nostro presidente il giorno della decisione, e anche lui non stava nella pelle. Oggi, invece, non dovendo preoccuparci del sorteggio, o chiederci in che girone fossero Inghilterra e Germania, eravamo più rilassati. Siamo felici del lavoro svolto fin qui, ma resta ancora molto da fare in questi due anni e mezzo per assicurare un torneo memorabile”.

Nonostante Israele non sia andata oltre la fase di qualificazione del torneo Under 21 del 2011, Shilo guarda ai buoni risultati ottenuti dal paese a livello di club come segnale della crescita del calcio israeliano. "Israele è competitiva in UEFA Champions League e UEFA Europa League grazie a Maccabi Haifa, Maccabi Tel-Aviv e Hapoel Tel-Aviv," ha dichiarato.

"Prima non capitava spesso di ascoltare la musichetta della Champions League, ma quando succedeva i bambini festeggiavano e sventolavano bandierine. L’Europeo Under 21 sarà una grande occasione di crescita per il calcio e un’opportunità per visitare Israele”.

In alto