Under 21 alla conquista del mondo

In Coppa del Mondo FIFA, molte squadre fanno affidamento su giocatori che hanno partecipato al Campionato Europeo Under 21 UEFA dello scorso anno. Su tutte la Germania che aveva vinto quel trofeo.

Mesut Özil (Germania)
Mesut Özil (Germania) ©Getty Images

Per alcuni, vedere la Germania battere l'Australia per 4-0 nella prima gara della Coppa del Mondo FIFA è stata una sorpresa. Con il Ct Joachim Löw privo di alcune pedine fondamentali per infortunio, la giovane squadra in campo era considerata un'incognita. Tuttavia, una prestazione spavalda ha spazzato ogni dubbio sulle potenzialità dei tedeschi.

Per parte della squadra, vincere 4-0 in un torneo internazionale non è una novità. Manuel Neuer, Mesut Özil, Sami Khedira e il subentrato Marko Marin hanno infatti partecipato alla finale del Campionato Europeo Under 21 UEFA vinta 4-0 sull'Inghilterra poco meno di un anno fa.

Özil, migliore in campo in quella finale, ha confermato il proprio valore contro l'Australia, mentre Kadira (capitano dell'Under 21) non ha fatto rimpiangere l'assenza di Michael Ballack a metà campo. Neuer, alla sesta presenza nella nazionale maggiore, è riuscito a tenere la porta inviolata e l'anno scorso in Svezia ha subito una sola rete in cinque partite.

In tutto, sei membri dell'Under 21 del 2009 fanno parte della nazionale maggiore, nella quale figurano anche Jérôme Boateng (appena acquistato dal Manchester City FC) e Dennis Aogo dell'Hamburger SV. Pur contando il maggior numero di partecipanti agli Europei Under 21 del 2009, la Germania non è l'unica squadra a farvi affidamento.

L'Inghilterra, per esempio, schiera James Milner, protagonista di un'ottima stagione a livello di club e titolare nella gara del Gruppo C contro gli Stati Uniti. Un altro convocato è il portiere Joe Hart, eroe ai calci di rigore nella semifinale del 2009 contro la Svezia.

Lo stesso vale per Italia, Serbia e Spagna, tre squadre che hanno partecipato agli Europei Under 21 del 2009. L'Italia, sconfitta in semifinale dalla Germania, può contare su Claudio Marchisio, Domenico Criscito e Salvatore Bocchetti; Gojko Kačar, Zoran Tošić e Ivan Obradović sono fra i convocati della Serbia, mentre tra gli spagnoli figura Javi Martínez.

Ma in Sudafrica non ci sono solo reduci dal torneo del 2009. Le 12 squadre europee in gara, infatti, contano anche su astri nascenti che hanno partecipato alle qualificazioni per il Campionato Europeo Under 21 UEFA del 2011 in Danimarca.

La Germania Under 21 è stata, sotto certi aspetti, vittima del proprio successo. Thomas Müller, Holger Badstuber e Toni Kroos sono stati promossi in nazionale maggiore durante le qualificazioni Under 21, per poi essere convocati per la Coppa del Mondo. Non è un caso, dunque, che la Germania Under 21 sia stata spesso privata dei migliori talenti e che, nel Gruppo 5, si trovi a inseguire la Repubblica Ceca di cinque punti.

Per quanto riguarda le altre squadre, il greco Sotiris Ninis, autore di un importante gol del pareggio nel Gruppo 9 contro l'Inghilterra a settembre, sta attualmente aiutando la propria squadra sul palcoscenico mondiale. Eren Derdiyok, a segno anche nelle qualificazioni Under 21 con la Svizzera, si sta dimostrando sempre più essenziale per l'undici di Ottmar Hitzfeld in Sudafrica, mentre Miroslav Stoch e Vladimír Weiss sono stati tra i giocatori più influenti della Slovacchia.

Per la maggior parte degli Under 21, tuttavia, la priorità  resta la qualificazione per il torneo del prossimo anno in Danimarca. Con osservati speciali come Stevan Jovetić (Montenegro), Romelu Lukaku (Belgio), Mario Balotelli (Italia) e Aaron Ramsey (Galles), la prossima generazione è già pronta a farsi avanti.

In alto