Casiraghi carica Balotelli

Dopo Marcello Lippi anche Pierluigi Casiraghi spinge Mario Balotelli a sfruttare la partita da vincere contro l'Ungheria per compiere un altro passo verso i Mondiali in Sudafrica.

©Getty Images

Lo ha detto chiaramente Marcello Lippi e glielo ripete Pierluigi Casiraghi. Mario Balotelli deve pensare all'Under 21 prima di sognare i Mondiali FIFA in Sudafrica. La gara da vincere contro l'Ungheria a Rieti è “un’occasione” da sfruttare per l’attaccante dell’FC Internazionale Milano.

Reduce dalla grande prestazione in casa dell’Udinese Calcio – splendido gol e assist – Balotelli deve continuare sulla stessa strada con la maglia degli Azzurrini che hanno bisogno come il pane di una vittoria contro i magiari. Nel Gruppo 3 di qualificazione ai prossimi Europei UEFA di categoria, che si giocheranno in Danimarca nel 2011, la squadra di Casiraghi è attualmente terza, staccata di sei punti dal Galles e di due dagli avversari di mercoledì. Gli Azzurrini hanno giocato una gara in meno rispetto alla capolista, ma una in più rispetto all’Ungheria.

"Se Balotelli è intelligente, sa benissimo che questa è una grande occasione per meritarsi il Mondiale in Sudafrica, una vetrina internazionale importante - ha spiegato Casiraghi alla vigilia -. Spero che Mario replichi la prestazione con l’Inter a Udine. E' un potenziale campione, deve avere obiettivi alti. Comunque Mario deve ancora trovare continuità, come è giusto che sia a 19 anni.  Però è nella fase giusta per prendere lo slancio e convincere Lippi”.

A fianco di Balotelli dovrebbe giocare Stefano Okaka: “Formano una bella coppia – ha detto il tecnico degli Azzurrini - ricca di talento e forza fisica. Si trovano bene anche caratterialmente”. L’Ungheria, invece, sarà priva di un giocatore importante come Krisztián Németh, ma Casiraghi pensa alle sue di assenze. Infortunati  Andrea Ranocchia, Davide Santon e Andrea Paloschi, squalificato Antonino Barillà. “Dovrò valutare bene tutto, perché ci giochiamo davvero tanto”, ha concluso -.  “Rispetto a quattro mesi fa la squadra è in crescita. Non dovremo farci prendere dalla frenesia, ma restare tranquilli e non sottovalutarli come forse abbiamo fatto all'andata”.

In alto