UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

L'Italia si inchina alla Repubblica ceca

Berardi risponde al vantaggio di Trávník, ma nel finale i cechi infrangono i sogni azzurri con i gol di Havlík e Lüftner. 

Under-21 highlights: Czech Republic v Italy
Under-21 highlights: Czech Republic v Italy
  • L'Italia viene battuta 3-1 dalla Repubblica ceca nella seconda gara del Gruppo C
  • Berardi risponde al gol iniziale di capitan Trávník
  • La Repubblica ceca si scatena nel finale e segna due gol di Havlík e Lüftner
  • Prossime partite: Italia-Germania, Repubblica ceca-Danimarca
  • Il racconto della sfida minuto per minuto

Una sorprendente Repubblica ceca travolge 3-1 l'Italia nella seconda partita del Gruppo C e icomplica terribilmente il cammino degli Azzurrini verso la qualificazione. Nella ripresa Domenico Berardi risponde al vantaggio di Trávník, ma nel finale i cechi abbattono l'Italia con i gol di Marek Havlík e Michael Lüftner.

Luigi Di Biagio mescola le carte rispetto alla sfida contro la Danimarca: Alex Ferrari rimpiazza Mattia Caldara al centro della difesa e sul versante di sinistra Davide Calabria viene preferito ad Antonio Barreca. Rivoluzione a centrocampo: le novità sono Danilo Cataldi e Alberto Grassi, in attacco fiducia al trio Federico Bernardeschi-Andrea Petagna-Berardi.

L'Italia sembra partire con il piede giusto e dopo appena un minuto sfiora il vantaggio: Bernardeschi viene lanciatio in profondità sulla fascia da Cataldi, ma il suo cross teso al centro dell'area non trova nessun compagno. Il talento della Fiorentina è di nuovo protagonista all'11' quando da buona posizione costringe Lukáš Zima a un doppio prodigioso intervento. 

Gli Azzurrini cercano di costruire gioco ma soffrono la determinazione e il coraggio della Repubblica ceca, che colpisce alla prima vera occasione. Il suggerimento dalle retrovie di Daniel Holzer viene spizzato da Patrik Schick e innesca Michal Trávník: il No10 ceco si invola verso l'area e dal limite fulmina Gianluigi Donnarumma.

L'Italia cerca di reagire subito e sfiora più volte l'1-1: la punizione a giro di Berardi dà l'illusione del gol mentre la conclusione di Andrea Petagna, bravo a proteggere la sfera al centro dell'area, sfila di pochissimo a lato al 33'. Nella ripresa, Di Biagio toglie Grassi e tenta la carta Federico Chiesa, passando dal 4-3-3 a uno spregiudicato 4-2-4.

L'Italia spinge sulle fasce e cerca con insistenza il pareggio che si materializza con Domenico Berardi al 70': lanciato in profondità da Cataldi, il talento del Sassuolo riesce a trovare il tap-in vincente dopo una prima conclusione respinta da Zima.

Ma le speranze di rimonta non durano a lungo perchè la Repubblica ceca è spietata e realizza il gol del 2-1 con Marek Havlík con un bel destro dal limite che infila Donnarumma. C'è tempo anche per il tris: Lüftner chiude definitivamente i conti della gara con una potentissima conclusione dalla distanza all'85' e per l'Italia la strada si fa in salita. Ora per sperare nella qualificazione servirà un successo contro la Germania alla terza giornata e potrebbe non bastare. 

Giocatore chiave
Capitano e leader della Repubblica ceca, Michal Trávník gioca una gara sontuosa mostrando doti tecniche importanti. Lotta, combatte e segna un gol fondamentale per la sua squadra.