UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il sogno olimpico di Hrubesch

Grazie al pareggio contro la Repubblica Ceca, la Germania si è qualificata alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, esaudendo uno dei più grandi desideri del Ct Horst Hrubesch.

Il sogno olimpico di Horst Hrubesch si avvera
Il sogno olimpico di Horst Hrubesch si avvera ©Getty Images

Pur essendo una nazione dalla grande storia calcistica, la Germania mancava dalle Olimpiadi dal 1988. La qualificazione alle semifinali del Campionato Europeo Under 21 UEFA ha però messo fine alla lunga attesa.

"Per tutti noi era molto importante andare alle Olimpiadi - commenta il centrocampista Nico Schulz -. Volevamo farcela per il mister, che non vi aveva mai partecipato, quindi siamo contenti di aver raggiunto l'obiettivo".

Il biglietto per Rio de Janeiro è arrivato grazie all'1-1 contro la Repubblica Ceca. Anche se Horst Hrubesch si era detto un po' stanco che i giocatori lo considerassero una 'figura paterna', l'enstusiasmo della squadra dopo aver raggiunto il traguardo la dice lunga sull rapporto tra il Ct e i suoi ragazzi. Il motto della Germania — 'Lebe Deinen Kindheitstraum' (Vivere il sogno d'infanzia) – è quindi diventato realtà.

Highlights: Repubblica Ceca - Germania 1-1
Highlights: Repubblica Ceca - Germania 1-1

L'immagine del Cristo redentore che domina la città brasiliana è stata la principale ispirazione per arrivare fin qui. Tuttavia, mancando più di un anno alle Olimpiadi, il capitano Kevin Volland ha ricordato a tutti: "L'unico che ha la certezza di andarci è il mister".

Prima della gara contro la Repubblica Ceca, Hrubesch aveva raccontato con passione il suo amore per le Olimpiadi: "Potrei parlarne per mezz'ora di seguito". Il tecnico sarà felice di aver realizzato un sogno che aveva fin da bambino, mentre i giocatori, i media e i tifosi saranno certamente contenti per lui.