UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Cosa aspettarsi dalla Serbia U21?

Sonja Nikčević di UEFA.com valuta le chance della Serbia in vista degli Europei UEFA Under 21 di questa estate; da valutare il cambio di guida tecnica e la fiducia guadagnata dopo la vittoria contro la Spagna.

Cosa aspettarsi dalla Serbia U21?
Cosa aspettarsi dalla Serbia U21? ©Getty Images

Dopo le ultime gare della Serbia in vista degli Europei UEFA Under 21 di giugno - sconfitta contro la Svezia venerdì e vittoria contro l'Italia lunedì - è possibile fare le prime analisi sulla squadra.

La nazionale serba non ha di recente mostrato il suo calcio migliore, culminato con la vittoria sui campioni in carica della Spagna, e il nuovo Ct Mladen Dodić avrà molto da lavorare per ricreare quella squadra coesa e quella difesa arcigna che ha messo in difficoltà le grandi d'Europa.

Con Lazar Marković di nuovo in rosa dopo la parentesi con la nazionale maggiore e con Miloš Jojić che si spera possa tornare ai massimi livelli, però, la Serbia ha ancora qualcosa da dire.

Più e meno
La linea offensiva durante la gara persa contro la Svezia ha mostrato grande carenza di creatività, ed è mancata anche l'unione di squadra. Inoltre, è sembrata esserci incomprensione tra difesa e centrocampo, cosa che ha permesso alla Svezia di segnare il gol vittoria.

Tre giorni dopo a Benevento, però, la Serbia ha offerto una prestazione migliore contro l'Italia. Guidata dal capitano Goran Čaušić a centrocampo, ha messo pressione agli avversari e ha approfittato del rosso a Domenico Berardi, con Luka Milunović a segno nella ripresa. "Non abbiamo giocato il nostro calcio migliore contro la Svezia ma era la prima volta che ci ritrovavamo dopo ottobre e penso che miglioriamo di giorno in giorno. Entro giugno avremo fatto il salto di qualità", ha assicurato Čaušić.

Nuovo Ct
L'amichevole con la Svezia è stata la prima partita con Dodić in panchina . in seguito alla promozione in nazionale maggiore di Radomir Ćurčić. "La mia comunicazione coni giocatori è ottima ma c'è ancora molto che possiamo migliorare. Contro la Svezia abbiamo fatto troppi errori in difesa e su questo dobbiamo lavorare. C'è ancora molto tempo prima di giugno e la nostra rosa non è quella definitiva - molti giocatori chiave sono con la nazionale maggiore al momento".

"Avevamo bisogno di queste due partite per conoscerci meglio", ha aggiunto Čaušić. "Sono certo che miglioreremo come squadra e ci capiremo meglio con il tecnico", ha aggiunto il portiere Marko Dmitrović.

Aspettative EURO: Cosa dicono
Mladen Dodić, Ct
Quello che è certo è che dopo il ritorno dello spareggio con la Spagna [vittoria 2-1 a Cadice] il resto dell'Europa ci prende più sul serio - ogni squadra sarà concentrata quando giocherà contro di noi. Sarà così in Repubblica Ceca, dove ognuna delle squadre che partecipa ambisce al titolo.

Goran Čaušić, capitano
Il campionato sarà molto equilibrato quest'anno, è difficile scegliere una favorita. La Spagna era la favorita negli spareggi con noi e questo dimostra che non si sa mai. Faremo di tutto per ottenere un risultato positivo.  Siamo in un girone difficile – la nostra partita di apertura contro la Germania secondo me è la più importante. Se riusciamo a vincere, il nostro lavoro sarà più facile.