UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Destro-Destro, Turchia al tappeto

Turchia - Italia 0-2
L'Italia sbanca Istanbul e resta a punteggio pieno: decidono due gol dell'attaccante del Siena. Gli Azzurrini al comando con due partite in meno.

Destro-Destro, Turchia al tappeto
Destro-Destro, Turchia al tappeto ©Getty Images

Ancora un 2-0 per l’Italia Under 21 contro i pari età della Turchia. A trascinare gli azzurrini è Mattia Destro che con la sua doppietta regala il primo posto nel girone alla squadra italiana nel Gruppo 7 di qualificazione al Campionato Europeo UEFA Under 21.

Ciro Ferrara deve rinunciare all’infortunato Fabio Borini, oltre agli squalificati Lorenzo Insigne e Manolo Gabbiadini in attacco. Il tecnico ex Juventus sceglie l’inedita coppia formata da Alberto Paloschi e Destro per scardinare la difesa di casa.

Al 5’ prima occasione per l’Italia con Destro che si fa anticipare proprio al momento della battuta a rete da Musa Nizam. La prima parte di gara è tutt’altro che spettacolare con le due squadre che sembrano giocare con la paura di perdere, i padroni di casa riescono solo a contare su uno sterile predominio territoriale.

Al 15’ si fanno vedere i biancorossi con Sefa Yilmaz, che si ritrova il pallone buono su un rinvio della propria difesa, ma da solo a tu per tu con Francesco Bardi calcia sui piedi dell’estremo difensore. I padroni di casa spingono e falliscono ancora il vantaggio con Muhammet Demir: l’attaccante turco intercetta un corto retropassaggio di Fausto Rossi, ma al momento del tiro è bravissimo a chiudere con una disperata scivolata Marco Capuano.

L’Italia gioca solo di rimessa e la difesa turca riesce a controllare agevolmente le punte azzurre lasciate troppo sole in avanti. Al 35’ la Turchia ha la più grande occasione del primo tempo, ma Bardi è ancora miracoloso parando sul piatto destro a botta sicura di Furkan Özçal ben imbeccato da  Yilmaz. La squadra di Ferrara continua a soffrire ed è Alessandro Florenzi a salvare gli Azzurrini, con un intervento in scivolata a pochi passi dalla porta. Il primo tempo si conclude con la prima vera occasione per l’Italia: sugli sviluppi del corner calciato da Florenzi, la palla finisce a Capuano che insacca, ma l’arbitro Stuart Atwell annulla per il fuorigioco di Paloschi.

Gli Azzurrini, dopo aver chiuso fortunosamente il primo tempo in pareggio, trovano il vantaggio grazie alla caparbietà di Florenzi che ruba palla a centrocampo e innesca Paloschi con una lancio in profondità; l’attaccante del Siena, dopo aver superato sullo scatto tre difensori di casa, insacca sotto le gambe di Ömer Kahveci.

La gara è molto nervosa e nel giro di venti minuti l’arbitro Atwell mostra sei cartellini gialli, rispettivamente quattro per gli azzurrini e due per i padroni di casa. Al 60’ la Turchia ha la prima buona occasione per pareggiare con Özgür Çek che calcia di sinistro dai 25 metri sfiorando il palo della porta difesa da Bardi. Ferrara si copre inserendo Marco Crimi al posto di Riccardo Saponara e gli azzurrini sfiorano il raddoppio prima con lo scatenato Destro, poi con Paloschi che, lanciato proprio da Crimi, spreca calciando debolmente a pochi passi del portiere turco.

Al 73’ è sempre Crimi il protagonista di un episodio che cambierà la gara: l’esterno di centrocampo trattiene vistosamente Yilmaz, il calciatore turco commette un fallo di reazione scalciando l’avversario e così l’arbitro inglese non può far altro che mostrargli il cartellino rosso.

L’Italia con l’uomo in più riesce a controllare al meglio la gara, con Ferrara che irrobustisce il centrocampo con l’esordiente Antonio Ragusa e Andrea Bertolacci. Nel finale la squadra di Raşit Çetiner prova delle offensive confuse e all’87’ arriva il raddoppio degli azzurrini ancora con Destro che, lanciato sul filo del fuorigioco da Ragusa, realizza con un bellissimo pallonetto. I ragazzi di Ferrara riescono così a portare a casa tre punti fondamentali per il passaggio alla fase finale del Campionato Europeo UEFA Under 21.