UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Quale futuro per la Svezia?

Il commissario tecnico della nazionale maggiore, Erik Hamrén, ha seguito da vicino il successo della Svezia agli Europei U21 in Repubblica Ceca – cosa ha imparato quindi? Sujay Dutt fornisce alcune indicazioni.

John Guidetti non è decisamente una persona timida
John Guidetti non è decisamente una persona timida ©Getty Images

"Sfruttate al massimo questa squadra adesso", ha scritto Mathias Lühr nell'Expressen questa mattina. "Sfruttate al meglio una squadra che sa come vincere un trofeo importante". Come può dunque il commissario tecnico Erik Hamrén trasferire il successo nella competizione U21, in nazionale maggiore? Quali saranno i primi giocatori a fare il grande salto in prima squadra?

Hamrén ha seguito da vicino l'Under 21 in Repubblica Ceca, toccando con mano la propensione della squadra a non arrendersi mai. Questa è una qualità rara che il Ct spera di sfruttare e trasferire in nazionale maggiore. Con la Svezia in pole position per un posto a UEFA EURO 2016, le prossime partite di qualificazione possono essere un buon punto d'inizio.

Il passaggio è già iniziato. Undici dei ragazzi di Håkan Ericson hanno già giocato in prima squadra, anche se per la maggior parte di loro si è trattato di scendere in campo in tour invernali a latitudini più calde, in cui sono presi in considerazione solo i giocatori scandinavi. Solo Isaac Kiese Thelin e Alexander Milošević hanno assaggiato la pressione delle partite di qualificazione; ed entrambi sono stati all'altezza della sfida.

Dopo l'esordio contro l'Italia – in cui gli svedesi hanno concesso un rigore e subito un'espulsione –, Milošević è tornato a dirigere la difesa svedese contro il Portogallo, nell'ultima giornata della fase a gironi, ed è stato prezioso nella rete del pari di Simon Tibbling che ha mandato la Svezia in semifinale.

Highlight: guarda la vittoria della Svezia ai rigori
Highlight: guarda la vittoria della Svezia ai rigori

Thelin invece soffriva di un problema al tallone ma non l'ha mai fatto vedere in campo. In lui la Svezia ha un giocatore in grado di segnare, di vincere i duelli aerei e di tenere la palla, permettendo così ai suoi compagni di rifiatare e correre in suo aiuto. Queste sono qualità rare per la Svezia, che non si vedevano dai tempi di Kennet Andersson negli anni '90.

Quali altri compagni campioni d'Europa U21, potranno essere convocati in nazionale maggiore in autunno? Ludwig Augustinsson sembra determinato a volersi giocare il posto di terzino sinistro, in particolare con la prima scelta di Hamrén, ovvero Martin Olsson, tediato dagli infortuni. Augustinsson sarebbe sicuramente pronto in caso Hamrén lo convocasse.

I due Oscar, Lewicki e Hiljemark, al centro della mediana sono stati un motorino instancabile in Repubblica Ceca. Dopo il ritiro dalla nazionale di Anders Svensson e in seguito ai problemi addominali di Rasmus Elm, la nazionale maggiore potrebbe accogliere presto i due Oscar: intelligenti, possenti e dotati tecnicamente.

Ericson in 'paradiso' dopo la vittoria della Svezia
Ericson in 'paradiso' dopo la vittoria della Svezia

Uno dei giocatori ad aver fatto la storia dell'U21, sarebbe potuto essere tra gli inamovibili della nazionale maggiore, ma la sua scalata è stata bloccata da un pollo cotto male. John Guidetti debutta in nazionale maggiore contro la Croazia nella primavera del 2012, periodo in cui segna a raffica con la maglia del Feyenoord. UEFA EURO 2012 sembrava essere ormai cosa fatta, ma a causa di un pezzo di pollo mangiato due mesi prima della competizione, il calciatore contrae un'infezione virale che lo tiene lontano dal campo per quasi un anno e mezzo.

Adesso pare che queste vicissitudini abbiano reso Guidetti ancora più forte. In Repubblica Ceca è il miglior marcatore della squadra con due reti, e in finale sfiora per due volte il terzo gol: il primo su un tiro al volo che si spegne sopra la traversa, il secondo con una conclusione ravvicinata ben parata da José Sá. Guidetti è anche una persona molto attiva, ed è stato fondamentale per portare la squadra di Ericson dalle qualificazioni al trionfo europeo a Praga.

Hamrén ha solo l'imbarazzo della scelta a mio avviso.

Scelti per te