Far Oer da non sottovalutare

Dopo la sofferta vittoria di Trento, Casiraghi non fa fatica a convincere tutti sulle insidie della partita a Tórshavn: "Sarà un'altra partita difficile".

Alla vigilia della gara interna contro le Isole Far Oer non tutti avevano preso sul serio Pierluigi Casiraghi che aveva previsto una partita difficile per la sua Under 21. Dopo il sofferto 2-1 di Trento, il Ct degli Azzurrini fa meno fatica a convincere tutti sulle insidie della sfida di mercoledì pomeriggio a Tórshavn.

Insidie
"La sensazione è la stessa che provai all'andata - ha detto Casiraghi alla vigilia -. Allora dissi che sarebbe stata una gara difficile e il campo mi dette ragione. Oggi dico la stessa cosa: loro sono molto determinati, sono bravi in fase difensiva e sono ben organizzati: dipenderà da noi trovare gli spazi giusti e il modo di imporre il nostro gioco”.

Classifica
Gli Azzurrini sono reduci da una convincente vittoria per 5-0 contro l'Azerbaijan e Casiraghi si aspetta conferme: “Servirà un’altra prestazione come quella di venerdì per vincere”. Finora i suoi ragazzi hanno vinto cinque delle sei partite disputate - pareggiando solo in Grecia – e conducono il Gruppo 1 con un punto di vantaggio sulla Croazia (che ha giocato una gara in più) e sei su Grecia e Albania.

Importante
“Questa è un'altra partita che conta molto, anche se sappiamo che un'eventuale vittoria non ci darà la matematica certezza della qualificazione – ha spiegato il Ct -. Però dopo aver battuto squadre come Croazia e Grecia diventa ancora più importante ottenere un bel successo contro le Isole Far Oer".

Assenze
Sono molti gli indisponibili: Giuseppe e Marco Rossi, Claudio Marchisio, Marco Andreolli, Francesco Pisano e Matteo Rubin sono tutti fuori per infortunio, mentre Daniele Dessena e Robert Acquafresca sono squalificati. Casiraghi dovrebbe confermare l'undici che ha battuto gli azeri rimpiazzando gli squalificati con Piermario Morosini e Osvaldo e sperando che Sebastian Giovinco continui a inventare e sfornare assist come ha fatto venerdì a Fermo.

In alto