Saúl Ñíguez stende l'Italia, Spagna in finale

Saúl Ñíguez trascina la Spagna in finale grazie a una meravigliosa tripletta contro l'Italia, ridotta in dieci uomini dal 58' per l'espulsione di Gagliardini.

Guarda le azioni salienti della semifinale del Campionato Europeo UEFA Under 21 2017.
Guarda le azioni salienti della semifinale del Campionato Europeo UEFA Under 21 2017.

Saúl Ñíguez trascina la Spagna in finale all'Europeo Under 21 grazie a una straordinaria tripletta contro gli Azzurrini, rimasti in dieci dal 58' per l'espulsione di Roberto Gagliardini.

Luigi Di Biagio ripropone il collaudato 4-3-3 delle precedenti sfide: c'è Gianluigi Donnarumma tra i pali, Davide Calabria e Antonio Barreca sulle corsie laterali mentre al centro della difesa l'affiatata coppia Rugani-Caldara. Sulla linea mediana spazio al trio Marco Benassi, Roberto Gagliardini e Lorenzo Pellegrini, mentre in attacco tridente con Federico Chiesa, Andrea Petagna e Federico Bernardeschi.

Saúl esulta dopo la tripletta all'Italia
Saúl esulta dopo la tripletta all'Italia©Getty Images

La sfida è subito frizzante: al 3' l'Italia si affaccia pericolosamente in attacco con Chiesa che conclude dal limite dell'area con potenza ma troppo centralmente. Pochi minuti dopo è Gerard Deulofeu a rendersi pericoloso direttamente da calcio d'angolo, ma Donnarumma non si fa sorprendere e sventa.

Gli Azzurrini sono ben organizzati e cercano di limitare le improvvise accelerazioni di Delofeu e Marco Asensio, che svariano di continuo sul fronte offensivo. Al 22' la squadra di Di Biagio sfiora il vantaggio: il suggerimento in area di Bernardeschi, rimpallato dalla difesa, favorisce l'inserimento di Pellegrini. Il diagonale del No6 azzurro, a pochi passi dalla porta, viene respinto con bravura da Kopa Arrizabalaga.

Ma anche la Spagna c'è e prova ad alzare la voce: l'incontenibile Deulofeu viene pescato alle spalle della difesa degli Azzurrini da Dani Ceballos sugli sviluppi di un calcio di punizione. L'ex esterno del Milan, tuttavia, non è abbastanza freddo davanti a Donnarumma e calcia a lato. Solo un grosso brivido per l'Italia.

L'Italia aveva trovato il gol dell'1-1 con Bernardeschi
L'Italia aveva trovato il gol dell'1-1 con Bernardeschi©Sportsfile

Il match è aperto e le occasioni non mancano nè da una parte nè dall'altra. Ma è la Rojita a trovare per prima il gol: azione personale di Ceballos, tra i migliori in campo, e suggerimento al centro dell'area per Saúl Ñíguez, il cui sinistro è precisissimo e trafigge Donnarumma.

Piove sul bagnato. Gli Azzurrini restano in dieci dal 58': Gagliardini subisce un tunnel a centrocampo e falcia Ceballos ricevendo il secondo cartellino giallo della partita.

La squadra di Di Biagio trova la forza di reagire e segna il gol del momentaneo 1-1 con Bernardeschi: il No10 azzurro si destreggia al limite dell'area e, complice la deviazione di Jesus Vallejo, insacca. La gioia azzurra dura poco: Saúl riceve palla da Delofeu e al 65' esplode all'improvvisio un destro potentissimo da 30 metri che batte ancora Donnarumma.

L'uragano Saúl è inarrestabile e trova il tempo per firmare la tripletta personale: al 74' il centrocampista fulmina Donnarumma con una bellissima girata dopo il cross perfetto di Asensio. E' la Spagna a fare festa e raggiungere la finalissima dell'Europeo contro la Germania.