Rugani e Trotta, l'Italia va

Irlanda del Nord-Italia 0-2
Gli Azzurrini vincono in trasferta contro l'Irlanda del Nord e tengono vive le speranze di qualificazione agli spareggi: il difensore dell'Empoli e l'attaccante del Brentford regalano il sorriso a Di Biagio.

Daniele Rugani (Italia Under 21), a segno all'esordio con la maglia degli Azzurrini
Daniele Rugani (Italia Under 21), a segno all'esordio con la maglia degli Azzurrini ©Mikhail Shapaev

L’Italia batte in trasferta in trasferta l’Irlanda del Nord e tiene vive le speranze di qualificazione al Campionato Europeo UEFA Under 21. La squadra di Luigi Di Biagio espugna 2-0 il Mourneview Park: decidono i gol nella ripresa del difensore Daniele Rugani e di Marcello Trotta.

Dopo la sconfitta di novembre contro la Serbia, la seconda nel Gruppo 9, l’Italia era costretta a vincere per restare in corsa per l’accesso agli spareggi, che mettono in palio sette posti per la fase finale in Repubblica Ceca. Missione compiuta, malgrado una formazione “sperimentale” a causa delle tante assenze con cui aveva dovuto fare i conti il tecnico, dagli squalificati Luca Antei, Cristiano Biraghi e Daniele Baselli, agli infortunati Andrea Belotti, Matteo Bianchetti e Davide Zappacosta. Senza contare il portiere Mattia Perin, convocato in nazionale maggiore da Cesare Prandelli, e Domenico Berardi, escludo per il codice etico.

A Lurgan, complice il campo allentato, in avvio le occasioni da gol scarseggiano. Danilo Cataldi serve bene in area per Gianmario Comi, ma l’attaccante viene rimontato da un difensore avversario; i padroni di casa chiedono invece il rigore per un mani di Stefano Sabelli sul cross di Luke Conlan, ma l’arbitro bulgaro Georgi Kabakov opta per l’involontarietà.

L’Irlanda del Nord vive un buon momento poco dopo la metà del primo tempo. Carl Winchester prova il destro da posizione defilata, ma non crea problemi a Francesco Bardi che poco dopo è bravo in uscita bassa su Caolan Lavery. L’Italia però nel finale attacca con convinzione maggiore. Dopo una punizione a due in area di Federico Viviani respinta dalla barriera, arrivano infatti le due occasioni migliori.

Al 42’ ci prova ancora il capitano degli Azzurrini dalla distanza: Connor Brennan respinge come può, sulla ribattuta Cristian Battocchio trova solo l’esterno della rete. In pieno recupero Federico Bernardeschi prende d’infilata la retroguardia di casa, si fa mezzo campo palla al piede in transizione ma arriva stanco alla conclusione e mette a lato di sinistro.

Nella ripresa, dopo un tiro sbilenco dalla distanza di Sabelli, Di Biagio ordina il primo cambio: fuori Salvatore Molina, dentro il più offensivo Trotta. Comi ha una buona opportunità sugli sviluppi di un corner ma non colpisce bene il pallone; al 59’, comunque, l’Italia passa. Sulla splendida punizione di Viviani, Rugani svetta più in alto di tutti e di testa mette il pallone all’angolino, dove Brennan non può arrivare. Il difensore dell'Empoli FC festeggia dunque con un gol il suo esordio.

La squadra di Jim Magilton non ci sta, Jamie Sendles-White anticipa di testa Bardi ma non inquadra lo specchio della porta dell’Italia. Scampato il pericolo, è Bernardeschi a rendersi pericoloso con un sinistro a giro deviato dallo stesso difensore che sfila di poco a lato. Entrano in campo anche Jacopo Dezi e Filippo De Col, la squadra di Di Biagio rischia pochissimo, anzi sfiora il raddoppio prima con Viviani e poi con Trotta.

E’ lo stesso attaccante del Brentford FC, in prestito dall’ACF Fiorentina, a realizzare il 2-0 a un minuto dalla fine, con una perfetta conclusione dopo un dribbling a rientrare sull’assist proprio di Dezi. L’Italia vince e convince, la sfida casalinga del prossimo 5 settembre contro la Serbia sarà probabilmente decisiva per il suo futuro.