L'Italia si prende gli spareggi

Italia-Cipro 7-1
Gli Azzurrini vanno sotto contro Cipro, ma dilagano nella ripresa e conquistano una vittoria in rimonta che vale il primato nel Gruppo 9.

Il gol di Jacopo Dezi: a Castel di Sangro l'Italia ha travolto 7-1 Cipro e si è qualificata per gli spareggi al Campionato Europeo UEFA Under 21
Il gol di Jacopo Dezi: a Castel di Sangro l'Italia ha travolto 7-1 Cipro e si è qualificata per gli spareggi al Campionato Europeo UEFA Under 21 ©Getty Images

Prima il grande spavento, poi la goleada. L’Italia travolge in rimonta Cipro e conquista l’accesso agli spareggi di qualificazione per i Campionati Europei UEFA Under 21: a Castel di Sangro finisce 7-1 per gli Azzurrini di Luigi Di Biagio, che vanno sotto ma dilagano nel finale.

Come contro la Serbia, venerdì a Pescara, la nazionale ha avuto un inizio in salita, subendo inaspettamente gol alla mezzora. Il pareggio di Federico Bernardeschi e l’autorete di Antreas Panayiotou le hanno comunque spianato la strada prima dell’intervallo; nella ripresa il “Teofilo Patini” ha potuto assistere allo spettacolo degli Azzurrini, andati a segno altre cinque volte.

Di Biagio cambia quattro uomini nella formazione schierata venerdì contro la Serbia e modifica atteggiamento tattico: dal 4-2-4 si passa al 4-2-3-1, con il terzetto formato da Domenico Berardi, Bernardeschi e Cristian Battocchio ad agire alle spalle del terminale offensivo Andrea Belotti. Come contro la Serbia, però, l’avvio non è convinto, anche se gli Azzurrini costruiscono diverse occasioni: due volte Battocchio e Bernardeschi vanno vicini al gol, ma è Cipro a segnare per primo.

Su un cross dalla sinistra di Nikos Efthimiou, Pieros Sotiriou approfitta dell’errata lettura difensiva di Stefano Sabelli e con un gran colpo di testa batte Francesco Bardi. Per l’Italia è una doccia gelata, ma se ci sono due qualità che non mancano agli Azzurrini sono carattere e convinzione nei propri mezzi. Così, nello spazio di pochi minuti, l’Italia rimonta.

Prima è Bernardeschi a prendere l’ascensore sul lancio di Stefano Sturaro e a battere Zannetos Mytidis, poi – in pieno recupero – Domenico Zappacosta è protagonista di un’ottima accelerazione sulla fascia destra: il difensore dell’Atalanta BC crossa a centro area, dove non ci sono compagni ma è provvidenziale la maldestra deviazione di Antreas Panayiotou, in campo da pochi minuti al posto dell’infortunato Demetris Moulazimis.

Superato il grande spavento, la ripresa è un monologo dell’Italia. Battocchio è ancora sfortunato, ma il gol del 3-1 di Sturaro – a segno con un gran tiro da fuori – scioglie gli Azzurrini. Il poker lo realizza il “Gallo” Belotti, con una prepotente azione personale, mentre nello spazio di dieci minuti trovano la rete Jacopo Dezi di testa (subentrato a Domenico Berardi), Samuele Longo (che aveva rilevato Belotti) e Daniele Rugani, con un gran tiro di sinistro.

C’è spazio anche per una clamorosa traversa di Lorenzo Crisetig su punizione, ma la festa è comunque completa. L’Italia vince il girone e accede agli spareggi, il sogno chiamato Repubblica Ceca – e Olimpiadi – può meritatamente proseguire.

In alto