Pot vuole sfruttare l'euforia arancione

L'Olanda di Cor Pot si sta guadagnando tanti estimatori in patria: "Solo la regina fa più audience", ha detto il Ct alla vigilia della sfida contro la Spagna. Julen Lopetegui prevede grande spettacolo.

Cor Pot ci crede
Cor Pot ci crede ©Sportsfile

Julen Lopetegui, Ct Spagna
Sarà una bella partita quella contro l'Olanda, che è una grande squadra. Cercheremo di schierare una formazione competitiva. Forse potrebbe esserci qualche cambio, ma selezioneremo una squadra che cercherà di fare tre punti. Siamo molto contenti per come stiamo giocando. Parlo di tutti i ragazzi e di come vivono le partite, sia in campo che a bordo campo che in albergo, per esempio. Siamo entusiasti e vogliamo continuare così.

L'Olanda è una squadra che attacca, ha tanta qualità e si presenta con un'ottima generazione di giocatori. 12 di loro hanno già collezionato qualche presenza nella nazionale maggiore, e molti sono addirittura titolari. È una squadra offensiva e ha già segnato otto gol: non è normale in un torneo come questo.

Non è facile essere qui, ma nessun altro paese europeo ha partecipato a tanti tornei come noi: abbiamo giocato l'Europeo Under 21, il mondiale Under 20 e l'Europeo Under 19.

Prima giornata
Spagna 1-0 Russia (Morata 82')

Seconda giornata
Germania-Spagna 0-1 (Morata 86')

Spogliatoio
La Spagna non ha problemi con infortuni e squalifiche, anche se ci potrebbe essere qualche cambio pensando alla semifinale.

Cor Pot, Ct Olanda
È bello avere un po' di pausa tra una partita e l'altra, perché i giocatori possono riposare. Giochiamo ogni due giorni ed è abbastanza logorante per loro. Chi non ha giocato, ovviamente, vuole andare in campo, ma siamo una squadra e tutti vengono selezionati in base alle loro qualità. Per quanto mi riguarda, io ho già deciso.

La Spagna è una squadra molto forte e ha tante alternative. Non ha segnato molto, ma ha creato molte occasioni. Ha ottimi giocatori, tecnici e veloci, mentre noi abbiamo altre qualità. Sappiamo giocare molto bene con la palla ai piedi, come si è visto contro la Germania. Se riusciamo a giocare come sappiamo e teniamo palla, possiamo controllare la partita.

Un paio di mesi fa abbiamo giocato contro l'Italia in amichevole e abbiamo perso 3-0 in casa. Poi abbiamo giocato contro la Norvegia e abbiamo vinto 4-1, ma perdere contro l'Italia o battere la Norvegia non significa niente. Entrambe sono squadre forti.

Non siamo all'asilo, dove si gioca un po' a testa. Ci sono 23 professionisti e giocano i migliori. Mi spiace che Bram Nuytinck non sia titolare dopo aver giocato tutte le qualificazioni, ma ogni volta cerchiamo di schierare la squadra più forte. L'unica cosa che può fare è allenarsi e fare di tutto per avere una chance. I giocatori possono arrabbiarsi o continuare ad allenarsi; da noi, tutti accettano il loro ruolo e si allenano il più possibile.

Ho ricevuto tante congratulazioni dai miei connazionali e in Olanda comincia a crescere l'euforia. La nostra prima partita è stata vista da 1,4 milioni di persone: solo la regina fa più audience!

Prima giornata
Olanda-Germania 3-2 (Maher 24', Wijnaldum 38', Fer 90'; Rudy 47' rig., Holtby 81')

Seconda giornata
Olanda - Russia 5-1 (Wijnaldum 39', De Jong 61', John 69', Hoesen 83', Fer 90+2'; Cheryshev 65')

Spogliatoi
Pot assicura che non ci sono problemi fisici alla vigilia dell'ultima sfida del girone. Il Ct ha negato che Kevin Strootman e Stefan de Vrij stiano giocando anche se acciaccati: "Se fosse vero, lo saprei".