Lopetegui applaude un super De Gea

Dopo il successo per 3-0 contro l'Olanda, il tecnico della Spagna ha elogiato la "sensazionale" prestazione di David de Gea, imbattuto per la terza partita consecutiva.

Julen Lopetegui ha applaudito l'ottima performance di David de Gea
Julen Lopetegui ha applaudito l'ottima performance di David de Gea ©Sportsfile

Julen Lopetegui, Ct Spagna
Sarebbe una mancanza di rispetto [dire che la Spagna preferiva non affrontare l’Italia]. Siamo contenti di essere in semifinale e avere l’opportunità di arrivare in finale.

Abbiamo provato a tenere il pallone, difenderci e attaccare, e recuperare palla quando la perdevamo. Siamo contenti di non aver subito gol ma al di là della prestazione della squadra, David [de Gea] è stato sensazionale in due o tre occasioni, dobbiamo riconoscerlo. L’intera squadra ha mostrato un atteggiamento molto positivo in fase di non possesso di palla, ma sono relativamente felice perché sono consapevole che la prossima partita sarà completamente differente.

Sono soddisfatto per l’impegno, per il carattere, per l’atteggiamento dell’intero gruppo. Abbiamo fatto sette cambi oggi e siamo stati fortunati ad essere riusciti a far giocare anche altri giocatori. E’ finita 3-0 ma loro hanno avuto le loro occasioni.

Questo torneo è molto difficile, ogni partita è diversa dall’altra e sono sicuro che la prossima non sarà assolutamente facile. Penso che la Norvegia sia una squadra molto forte, sia fisicamente che tecnicamente. Li abbiamo affrontati a marzo [vittoria per 5-2] ma penso che questa partità sarà molto dura. Per me non rappresentano una sorpresa, hanno battuto la Francia che è una grande squadra. Hanno tre o quattro giocatori veramente di qualità. 

Cor Pot, Ct Olanda
Se analizziamo la sfida, nella prima parte abbiamo giocato bene, poi la Spagna ha fatto molto, molto meglio di noi e, parlando onestamente, ammetto che mi piace davvero molto. Nel secondo tempo ci siamo poi un pò ripresi, la sfida è stata più equilibrata e abbiamo creato quattro occasioni da gol. Credo che la decisione di cambiare l'intera squadra sia stata quella giusta. Abbiamo scelto di concedere riposo a tanti giocatori in modo che avessero gli stessi giorni di recupero rispetto a Italia e Norvegia. Purtroppo è stata una brutta sconfitta.

Il nostro staff medico ha confermato che servono tre giorni per recuperare pienamente da una partita. Per questo ho cambiato tutti gli 11 giocatori, per essere certo che fossero pronti per la semifinale. Sono felice di aver visto come questi giocatori hanno affrontato una squadra di questa portata.

Penso che la Spagna abbia meritato, non ho dubbi al riguardo. Ma le occasioni nitide mancate sono state ben quattro, forse avrebbero potuto cambiare le sorti del match. Ogni volta che abbiamo avuto una chance di segnare, un minuto dopo gli spagnoli ci hanno punito.

[Su quanto sia cambiata l'Olanda dalla sconfitta per 3-0 contro l'Italia lo scorso anno] Penso circa otto o nove giocatori. L'Italia è forte e sarà una sfida interessante, ma non ho paura dell'Italia.

Contenuti attinenti