Mangia e Skullerud, lo stesso orgoglio

Il Ct dell'Italia ha apprezzato il modo in cui la squadra ha reagito allo svantaggio trovando subito il pareggio, mentre quello norvegese si è detto orgoglioso per aver centrato l'approdo in semifinale.

Mangia e Skullerud, lo stesso orgoglio
Mangia e Skullerud, lo stesso orgoglio ©UEFA.com

Tor Ole Skullerud, Ct Norvegia
Oggi abbiamo affrontato l’avversaria più forte. L’Italia ha qualità e gioca su ritmi elevati. Nel primo tempo era difficile per noi avere la palla. Il finale è stato amaro perché nella ripresa abbiamo aggiustato un po’ le cose e abbiamo giocato bene.

Le due squadre che giocheranno domani [Spagna e Olanda] sono molto forti. E’ difficile scegliere quindi prenderemo ciò che ci capita. Siamo felici di esserci qualificati senza sconfitte. Abbiamo giocato bene nella fase a gironi, abbiamo un’ottima squadra. Abbiamo diversi giocatori nati nel 1991, il livello è molto alto considerando gli standard norvegesi.

Molti dei nostri giocano all’estero, ciò ci rende più forti. Abbiamo molte opzioni a disposizione, l’abbiamo confermato oggi con nove cambi. La mentalità della squadra è eccellente, tutti si sacrificano per i compagni. E’ un bel gruppo e ne sono orgoglioso.

Raggiungere la semifinale significa già molto. Tutti hanno dato il loro contributo, sarà difficile scegliere la formazione titolare. Un giorno di riposo in più rispetto agli avversari ci permtterà di recuperare le energie al meglio.

Devis Mangia, Ct Italia
Non ho dubbi sulla qualità della squadra. Pochi giorni fa avevo detto di avere a disposizione 23 giocatori di valore e questa sera chi è andato in campo lo ha dimostrato. Ho schierato la formazione che ritenevo più pronta fisicamente e mentalmente per la partita e i giocatori non mi hanno deluso. E' un peccato che gli altri due portieri che ho a disposizione non abbiano potuto giocare, ma è un ruolo delicato e cambiare è sempre un rischio.

Non è stato facile aggredire la Norvegia, perché è un'ottima squadra, ma credo che una sconfitta sarebbe stata immeritata. Abbiamo continuato a spingere fino ad arrivare al gol, come avevamo già fatto nelle amichevoli di preparazione. Siamo riusciti a non subire gol per cinque partite più 88 minuti, direi che è un buon risultato.

Dobbiamo meritarci un posto in finale attraverso il gioco. Dovremo giocare la semifinale con la giusta mentalità e meritarci la finale. Oggi tutti i giocatori hanno dato il massimo e io sono soddisfatto della prestazione. Ora sarà più difficile scegliere in vista della prossima partita.

La Spagna è un'ottima squadra e ha vinto la scorsa edizione del torneo. Li abbiamo affrontati a novembre, parecchi mesi fa, ma ci misero in difficoltà. Anche noi però gli causammo qualche problema.

In alto